Emergenza Covid a Pizzoferrato: screening di massa per la popolazione

C’è preoccupazione per la diffusione del Covid a Pizzoferrato. Su poco più di mille abitanti, ben 71 sono risultati positivi al virus. Il focolaio è scoppiato in seguiti ad un festa che si è tenuta nelle settimane scorso nella località che sorge a 1251 metri sul livello del mare e che è a confine tra Abruzzo e Molise.

Il presidente della Giunta Regionale, Marco Marsilio, nell’ambito delle misure urgenti per la prevenzione e la gestione dell’emergenza epidemiologica da Covid-19, ha deciso di firmare l’ordinanza numero 2, che dispone l’attivazione dello screening di massa per la popolazione residente nel centro, guidato dal Sindaco Palmerino Fagnilli.

Il provvedimento prevede: il divieto, per i cittadini residenti e domiciliati nel Comune di Pizzoferrato – presso il quale sarà completata, da parte della ASL territorialmente competente, l’avviata attività di screening di popolazione massivo, mediante esecuzione di tampone molecolare – di allontanamento dal territorio comunale dal 16 gennaio al 22 gennaio, ovvero sino a nuovo diverso provvedimento, da adottarsi a seguito della conclusione anticipata della predetta attività di screening; il divieto di accesso nel medesimo territorio comunale per il termine di cui al precedente punto 1); che ai divieti di cui ai punti 1 e 2 siano ammesse le seguenti deroghe, fermo restando l’obbligo di esibizione di apposito modello di autodichiarazione: a) sono consentiti l’ingresso e l’uscita al e da Comune di Pizzoferrato al personale sanitario, ai volontari e funzionari della Protezione civile nazionale e regionale, al personale delle forze di polizia, del corpo nazionale dei vigili del fuoco, nonché delle forze armate, nell’esercizio delle proprie funzioni; b) sono consentiti l’ingresso e l’uscita al e da Comune di Pizzoferrato in presenza di condizioni di comprovate ragioni di salute (ricovero ospedaliero, stato di gravidanza, patologie che necessitano di visite o cure indifferibili) debitamente certificate; c) sono consentiti l’ingresso e il transito per e nel Comune di Pizzoferrato al personale impegnato nel trasporto finalizzato al rifornimento e al funzionamento di servizi essenziali, previa esibizione da parte di quest’ultimo di idonea documentazione relativa alla merce trasportata e alla destinazione della stessa; d) in tutti gli altri eventuali casi non contemplati nelle lettere precedenti, l’ingresso al Comune di Pizzoferrato è possibile esclusivamente a fronte di apposita autorizzazione rilasciata dal Sindaco; e) nei casi non contemplati nelle lettere precedenti, l’uscita dal Comune di Pizzoferrato è possibile esclusivamente previa apposita autorizzazione rilasciata, sulla base di proprie valutazioni, dal Sindaco a fronte di evidenze rappresentate dagli interessati in ordine all’urgenza e indifferibilità dell’impiego.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *