Covid in Abruzzo, 196 positivi e 6 vittime nelle ultime 24 ore

La Asl2 cerca personale sanitario per lo screening nel Chietino

Oggi in Abruzzo 196 nuovi positivi di età compresa tra 1 e 96 anni e di questi 20 nell’aquilano, 81 nel chietino, 40 nel pescarese, 49 in provincia di Teramo. Dei positivi, 6 sono residenti fuori regione o con residenza in accertamento. 3605 tamponi molecolari eseguiti nelle ultime 24 ore. Sale ancora il numero dei decessi, che oggi registra altre 6 vittime, di cui 2 risalenti ai giorni scorsi e comunicati oggi dalle Asl. Sono 26427 guariti (+151), 11286 gli attualmente positivi (+39), 443 ricoverati in area medica (invariato), 41 ricoverati in terapia intensiva (invariato), 10802 in isolamento domiciliare (+39)

Covid-19, volontari per lo screening nel Chietino. La Asl cerca personale sanitario

Medici, infermieri, odontoiatri, ostetriche, biologi, farmacisti, tecnici di laboratorio, veterinari: queste le figure ricercate dalla Asl Lanciano Vasto Chieti da destinare, come volontari, allo screening Covid-19 che si svolgerà nei comuni della provincia di Chieti a fine mese. A tal fine è stato emanato un avviso, pubblicato sul sito web www.asl2abruzzo.it , per reclutare operatori da destinare alle équipes di sanitari che dovranno eseguire i tamponi antigenici rapidi nelle sedi individuate dai Comuni per accogliere i cittadini che vorranno partecipare alla campagna. Il reclutamento è rivolto sia ai dipendenti Asl, che dovranno prestare la loro opera fuori dall’orario di servizio e a titolo gratuito, che al personale convenzionato, nonché a liberi professionisti, pensionati o dipendenti di altri enti. 

Gli operatori interessati dovranno esprimere la propria disponibilità allo svolgimento dell’attività di volontariato esclusivamente all’indirizzo di posta elettronica volontari.screeningcovid@asl2abruzzo.it  utilizzando il modello pubblicato, sempre sul sito Asl, allegato all’avviso, nel quale riportare dati anagrafici, titolo di studio, qualifica e iscrizione a  un ordine professionale . 

L’Azienda provvederà, quindi, a contattare i volontari disponibili per informarli sulle modalità di svolgimento dello screening secondo i calendari concordati con i Comuni interessati. 

E’ auspicabile che tutti i paesi chiedano di partecipare alla campagna – chiarisce il Direttore generale della Asl Thomas Schael – perché la finalità è comune a tutti: identificare eventuali casi positivi e isolarli prima che possano diffondere il contagio. I test rapidi eseguiti su larga scala sono uno strumento prezioso, perché ci permettono di individuare gli asintomatici che diversamente possono sfuggire al controllo, diventando pericoloso veicolo di infezione. I risultati dello screening saranno direttamente proporzionali all’adesione da parte dei Comuni e della popolazione stessa, oltre che dei volontari di cui abbiamo bisogno: è un’occasione per mettere al sicuro la nostra salute che non va sprecata”.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *