Lanciano, lavori per il pieno recupero dell’unica porta medievale della città

«Con i lavori che partiranno nelle prossime settimane inseriremo un altro tassello fondamentale nel pieno recupero dell’area di porta San Biagio, e più in generale nella valorizzazione del patrimonio culturale e architettonico di Lanciano».

Il vicesindaco e assessore ai Lavori Pubblici, Giacinto Verna, annuncia così l’avvio dell’iter per consolidare l’ultimo tratto di mura a ridosso dell’unica porta medievale della città oggi conservata.

L’opera, di cui è rup l’ingegner Fausto Boccabella e finanziata con una variazione di bilancio di 45mila euro, è stata affidata alla Igea Costruzioni srl, la stessa ditta che aveva già eseguito la prima parte dei lavori, finiti a maggio 2019 e finanziati con circa 400mila euro di fondi regionali contro il rischio idrogeologico.

«Da quegli interventi era rimasta fuori una parte delle mura antiche a causa di un imprevisto – spiega Verna – perché venne rinvenuta una notevole quantità di materiale di riempimento non cementato dietro le mura da consolidare, rendendo necessari lavori maggiori per consolidare la parete rispetto al progetto iniziale. Mi ero impegnato a reperire le risorse per completare la messa in sicurezza della cinta muraria di San Biagio, e ciò è avvenuto con l’ultimo assestamento di bilancio anche grazie all’assessore alle Finanze Carlo Orecchioni – continua il vicesindaco – auspico che l’opera di consolidamento venga avviata entro fine febbraio, per essere poi completata per maggio. Allo stesso tempo stanno andando avanti i lavori per la pavimentazione e soprattutto per il rifacimento dei sottoservizi, quali condotte del gas e fognature: un intervento che i residenti dell’ultimo tratto di via dei Bastioni aspettavano da decenni».

Tra consolidamento delle mura, restauro della porta, nuova pavimentazione e strada di collegamento con il vicino parcheggio di via per Frisa, la zona di San Biagio sarà quindi completamente ristrutturata entro la prossima estate.

«L’amministrazione Pupillo, fin dal suo insediamento, ha fatto della cultura una bandiera – sottolinea Verna – restituire a nuovo splendore una delle aree di maggior pregio della città si inserisce nel solco della valorizzazione di Lanciano come città di cultura e di turismo. Gli interventi nella zona di San Biagio», conclude, «rientrano in una visione più ampia di recupero del cuore antico di Lanciano e del quartiere di Lancianovecchia: qui via dei Frentani, la strada principale, è già stata oggetto di un importante investimento di circa mezzo milione di euro. Da San Biagio fino al “central park” che, una volta completato sarà anche un’arena per eventi artistici e musicali, e passando per corso Trento e Trieste, Lanciano potrà vantare un’unica grande area di enorme valore estetico, architettonico e culturale che ne accrescerà la capacità attrattiva e la valenza turistica».

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *