Covid Abruzzo: 113 nuovi casi e 9 deceduti nelle ultime 24 ore

27936 le manifestazioni di interesse alla vaccinazione anti Covid 19. San Salvo si prepara allo screening di massa. Il Comune di Città Sant’Angelo ha attivato un numero telefonico per aiutare le persone per la prenotazione del vaccino

Sono complessivamente 39535 i casi positivi al Covid 19 registrati in Abruzzo dall’inizio dell’emergenza.

Rispetto a ieri si registrano 113 nuovi casi (di età compresa tra 1 e 101 anni).

I positivi con età inferiore ai 19 anni sono 22, di cui 1 in provincia dell’Aquila, 7 in provincia di Pescara, 5 in provincia di Chieti e 9 in provincia di Teramo.

Il bilancio dei pazienti deceduti registra 9 nuovi casi e sale a 1342 (di età compresa tra 67 e 96 anni, 2 in provincia di Chieti, 1 in provincia di Teramo, 5 in provincia dell’Aquila e 1 in provincia di Pescara). Del totale odierno, 3 casi sono riferiti ai giorni scorsi e comunicati solo oggi dalle Asl.

Nel numero dei casi positivi sono compresi anche 27147 dimessi/guariti (+440 rispetto a ieri).

Gli attualmente positivi in Abruzzo (calcolati sottraendo al totale dei positivi, il numero dei dimessi/guariti e dei deceduti) sono 11046 (-336 rispetto a ieri).

Dall’inizio dell’emergenza Coronavirus, sono stati eseguiti complessivamente 574255 tamponi molecolari (+2842 rispetto a ieri) e 8502 test antigenici (+1306 rispetto a ieri).

Il tasso di positività, calcolato sulla somma tra tamponi molecolari e test antigenici del giorno, è pari al 2.7 per cento.

443 pazienti (-11 rispetto a ieri) sono ricoverati in ospedale in terapia non intensiva; 44 (+1 rispetto a ieri con 2 nuovi ricoveri) in terapia intensiva, mentre gli altri 10559 (-326 rispetto a ieri) sono in isolamento domiciliare con sorveglianza attiva da parte delle Asl.

Del totale dei casi positivi, 11772 sono residenti o domiciliati in provincia dell’Aquila (+15 rispetto a ieri), 8687 in provincia di Chieti (+14), 8142 in provincia di Pescara (+52), 10425 in provincia di Teramo (+36), 342 fuori regione (+3) e 167 (-7) per i quali sono in corso verifiche sulla provenienza.

Lo comunica l’Assessorato regionale alla Sanità.

27936 LE MANIFESTAZIONI DI INTERESSE ALLA VACCINAZIONE ANTI COVID 19

Sono 27936 le manifestazioni di interesse alla vaccinazione anti Covid 19 inserite sulla piattaforma telematica regionale fino alle ore 17.30 di oggi.

Lo comunica l’Assessorato regionale alla Sanità.

Dopo gli iniziali disservizi che si sono verificati nella mattinata di ieri per l’elevatissimo numero di accessi contemporanei al sistema, gli interventi messi in atto dal Dipartimento regionale ne hanno ripristinato la piena operatività, garantendo a tutti la possibilità di accedere alla piattaforma che resterà aperta almeno fino al 31 gennaio prossimo per gli ultra 80enni, i portatori di disabilità (con il loro caregiver) e i soggetti fragili.

E’ un grande test tecnologico per la nostra Regione – commenta l’assessore alla Salute, Nicoletta Verì – con un sistema che viene aggiornato e potenziato di ora in ora, introducendo correttivi e nuove funzionalità in vista delle successive fasi della vaccinazione, che vedranno coinvolte fasce sempre più ampie di popolazione”.

Per registrarsi alla piattaforma è necessario munirsi di codice fiscale, numero di tessera sanitaria e codice di esenzione per le categorie fragili.

COVID-19, CORSA ALLO SCREENING. ANCHE SAN SALVO AI NASTRI DI PARTENZA

C’è anche San Salvo a dare lo start allo screening per Covid-19, che  in provincia di Chieti sarà avviato fra qualche giorno. Non più solo Guardiagrele, dunque, a fare da apripista nella maxi campagna che vede coinvolti Comuni, Protezione civile, Asl, Prefettura, Forze dell’Ordine, scuole e volontariato, tutti chiamati a collaborare per testare una massiccia parte di popolazione attraverso i tamponi rapidi.

Si parte, dunque: a Guardiagrele è prevista un’anteprima giovedì e venerdì prossimi nelle scuole superiori, e poi sabato 23 e domenica 24 tocca alla popolazione e agli alunni della scuola primaria e delle Medie. L’adesione, è bene ricordarlo, è su base volontaria, come ugualmente la partecipazione degli operatori sanitari, che hanno offerto la propria disponibilità a eseguire i tamponi gratuitamente.

Anche San Salvo, dunque, ha messo in campo energie e capacità organizzativa per essere tra i primi a dare avvio alla campagna. L’Amministrazione comunale, guidata da Tiziana Magnacca, ha coinvolto medici e altri volontari da destinare alle 5 sedi individuate per l’esecuzione dei test diagnostici. Si tratta delle palestre presso le scuole  primaria in via De Vito, secondaria di primo grado “Salvo D’Acquisto”, primaria via Ripalta, primaria via Verdi e primaria Rione Marina con accesso nei giorni di sabato 23 e domenica 24 gennaio dalle ore 8:30 alle ore 19:30. La scelta è caduta sulle sedi di seggio elettorale, già familiari ai cittadini che così potranno essere facilitati a partecipare allo screening.

I dirigenti scolastici dell’Istituto omnicomprensivo “Mattioli-D’Acquisto” Annarosa Costantini e dell’Istituto comprensivo “Rodari” Vincenzo Parente hanno consentito la sospensione delle attività didattiche nella giornata di sabato, mentre lunedì sarà interdetto l’uso della palestra per consentire la sanificazione. Per l’esecuzione dei tamponi sono stati coinvolti 30 operatori tra medici e infermieri che offriranno la loro collaborazione a titolo gratuito, mentre per  la parte amministrativa di accettazione e registrazione dati sulla piattaforma informatica è stata chiesta la disponibilità di 25 volontari della Protezione civile Valtrigno, Fir Cb San Vitale, Arcobaleno e Croce Rossa Italiana per regolare gli  accessi e il flusso delle persone al fine di evitare assembramenti oltre alla registrazione dei dati raccolti.

Il piano elaborato dai due Comuni è stato sottoposto questa mattina all’attenzione del Prefetto Armando Forgione, del Direttore generale Asl Thomas Schael e dei componenti del tavolo permanente “Salus et spes”, che ne hanno condiviso l’impianto.

Intanto si registra già l’adesione di altri Comuni allo screening, che hanno colto l’invito del Direttore generale della Asl a farsi avanti per testare la popolazione e proteggerla. 

CITTA’ SANT’ANGELO, ASSISTENZA TELEFONICA PER LA PRENOTAZIONE DEL VACCINO

A seguito della comunicazione della Regione Abruzzo, per la manifestazione di interesse alla vaccinazione contro il Covid-19 per l’organizzazione della fase successiva della campagna vaccinale, il Comune di Città Sant’Angelo, con l’assessorato al sociale, ha attivato un numero telefonico per l’assistenza alla prenotazione. Vista l’importante mole di telefonate ricevute ai centralini comunali, il Vice Sindaco Lucia Travaglini, con delega al sociale, insieme ai servizi sociali, ha voluto dedicare una linea telefonica per aiutare tutte le persone interessate, al fine di poter aderire a questa importante opportunità. Le informazioni e l’assistenza alla prenotazione, potranno essere richieste il lunedì e il venerdì dalle 8:30 alle 11:30 e il martedì dalle 15:00 alle 17:00, chiamando il numero 085 96 96 268. Come noto, sono coinvolte persone con disabilità o fragilità, gli ultra 80enni e tutti coloro appartenenti alle categorie indicate tra quelle destinatarie della vaccinazione. Soddisfatta il Vice Sindaco Travaglini:” Era doveroso supportare le persone interessate a questa parte della campagna vaccinale. Sappiamo che in tanti possono riscontrare problemi per la prenotazione e ci siamo sentiti in dovere di poterle aiutare. Non vogliamo lasciare da sole queste persone. Non tutte possono contare sui figli o nipoti o anche chi ha, fortunatamente, queste figure al fianco, può non avere modo di effettuare la

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *