Abruzzo: nelle utline 24 ore 221 nuovi positivi al Covid e 10 decessi

Salgono a 27 il numero dei decessi a Lanciano. A Vasto due studenti positivi. Già disposta la sanificazione degli istituti. A Pescara controlli delle forze dell’ordine per il contenimento della diffusione del virus

In Abruzzo, nelle ultime 24 ore, si registrano 221 nuovi positivi di età compresa tra 1 e 97 anni. Di questi 11 nell’aquilano, 63 in provincia di Chieti, 79 nel pescarese e 46 nel teramano. 2 positivi sul totale di 221 sono residenti fuori regione. Son stati eseguiti 3848 tamponi molecolari e 5399 test antigenici. Ancora alto il numero dei decessi, che sono stati 10 deceduti, di cui 3 risalenti ai giorni scorsi e comunicati solo oggi dalle Asl. I guariti nono 28768 (+299), 10411 attualmente positivi (-88), 427 ricoverati in area medica (-14), 41 ricoverati in terapia intensiva (+1), 9943 in isolamento domiciliare (-75).

SALGONO A 27 I MORTI DELLA SECONDA ONDATA DEL COVID A LANCIANO

Il sindaco di Lanciano, Mario Pupillo, ha comunicato oggi pomeriggio un nuovo decesso tra gli ospiti della casa per anziani, Santiago, nella quale nelle nei giorni prima del Natale si era sviluppato un focolaio. All’ ospedale di Chieti è morta una donna di 89 anni. Si tratta del 27 decesso avvenuto nella seconda ondata.

PESCARA, NUOVI CASI NELLE SCUOLE

Ancora casi di Covid-19 nelle scuole di Pescara, città che ormai da diversi giorni registra studenti positivi. Dopo le tre scuole dell’Istituto comprensivo 3 di cui la Asl, ieri, ha disposto la chiusura, scatta l’isolamento fiduciario per alunni e docenti di altre due classi, una delle medie e una della primaria del comprensivo 5. Nel complesso a Pescara, secondo le stime, sono oltre 800 le persone sottoposte a quarantena, tra studenti, insegnanti e collaboratori di scuole d’infanzia, primarie e medie. Il totale dovrebbe superare quota mille se si considerano anche gli istituti superiori, dove pure si registrano diversi casi.

VASTO, DUE STUDENTI POSITIVI AL COVID

Due studenti: uno della scuola Secondaria di Primo Grado “G. Rossetti” e l’altro della scuola Secondaria Primaria “Ritucci Chinni” (attualmente ospitata presso l’oratorio Salesiano) sono positivi al Covid -19.

Sono stati immediatamente attuati i protocolli prescritti – hanno dichiarato il sindaco Francesco Menna e l’assessore con delega alle Politiche scolastiche, Anna Bosco – e oggi le due scuole  interessate saranno sanificate. Lunedì le lezioni riprenderanno regolarmente. La Asl ha già provveduto ad effettuare le indagini, per ricostruire i contatti, ed ha comunicato che le due positività non comportano quarantena con sorveglianza attiva degli studenti. Tra l’altro i due ragazzi da alcuni giorni non avevano frequentato scuola e non sono stati a contatto con altri”.

E’ stata riscontrata, in un operatore di una delle Cooperative che gestisce i Servizi Sociali di Vasto, la positività al Covid 19. In accordo con la Asl sono state attivate tutte le procedure. Lunedì prossimo tutti gli operatori effettueranno il tampone e si procederà alla sanificazione della struttura.

PERSCARA IL BILANCIO DEI SERVIZI SVOLTI DALLE FORZE DI POLIZIA

Continuano in tutta la provincia di Pescara, le attività delle forze di polizia finalizzate alla verifica del rispetto delle misure urgenti per il contenimento della diffusione del virus Covid-19. Oggi si è tenuta una Riunione Tecnica di Coordinamento delle Forze di Polizia, presieduta dal Prefetto Giancarlo Di Vincenzo, alla quale hanno partecipato il Questore, il Comandante Provinciale dei Carabinieri e della Guardia di Finanza. Il consesso era allargato anche al Comandante della Polizia Municipale di Pescara. All’esito della riunione, considerato l’andamento epidemiologico, è stato deciso di proseguire con l’attuazione dei servizi straordinari  nel capoluogo e nella provincia.

L’attenzione è stata rivolta soprattutto alla città di Pescara dove, normalmente, in occasione del fine settimana, si registra una notevole affluenza di persone che si riversano nelle vie del centro, luogo di aggregazione sociale e dello shopping.

Dunque, per le forze di polizia impegnate nei controlli già organizzati per questo fine settimana, in primo piano, oltre la verifica di tutte prescrizioni finalizzate al contenimento del virus e applicate alle regioni in fascia arancione, il divieto di spostamento tra comuni, fatte salve le comprovate esigenze ribadite anche nell’ultimo DPCM del 15 gennaio, nonché il divieto di assembramento e il divieto di consumare cibi e bevande nelle immediate vicinanze delle attività di ristorazione. Inoltre la verifica del rispetto, da parte di bar e locali della cosiddetta zona movida, del divieto di asporto dopo le ore 18.

Intanto è stato diffuso il bilancio delle attività di controllo effettuate dal 1 al 21 gennaio persone controllate 7.680; persone sanzionate 108; persone denunciate (per inosservanza al divieto di allontanarsi dalla propria abitazione per le persone in quarantena risultate positive al covid), 1; attività o esercizi controllati 1.133; titolari di esercizi controllati 7; chiusura provvisoria di attività o esercizi 2

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *