Pericolo valanghe: sospese le ricerche dei 4 dispersi sul Velino

Pericolo valanghe, troppo pericoloso per i soccorritori continuare le ricerche dei 4 escursionisti dispersi da ieri pomeriggio sul Velino, a Valle Majelama. Le condizioni atmosferiche, già critiche ieri, non consentono al momento di proseguire di giungere laddove è stato agganciato il segnale di un cellulare di uno degli escursionisti da una speciale apparecchiatura in dotazione alla Guardia di Finanza, a quota 1800 metri. Le squadre di terra, formate dal Soccorso Alpino e Speleologico e Finanza, ora sono ferme dopo aver lavorato nella notte e questa mattina.

I quattro, tutti di Avezzano, Gianmauro Frabotta, 33 anni, Gianmarco Degni, di 26, Valeria Mella, 25, fidanzata di Degni, Tonino Durante, 60 anni, sono partiti ieri a piedi dal rifugio Casale da Monte, in Valle Majelama, tutti esperti, per una passeggiata. Non si conosce se si siano avviati verso punta Trento o punta Trieste, le due cime del massiccio del Velino. Si sa che in queste zone si sono avute delle valanghe e slavine e il timore che i quattro siano stati travolti dalla neve.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *