Covid in Abruzzo: 161 nuovi casi e 3 decessi nelle ultime 24 ore

76 positivi asintomatici, sottoposti a test molecolare di controllo, identificati nello screening eseguito nel fine settimana in 5 comuni del chietino. inaugurati questa mattina i nuovi studi medici e gli spogliatoi del Covid Hospital di Pescara. Domani screening di massa per la ricerca del Covid-19 per gli studenti, gli insegnanti e il personale non docente dell’Istituto alberghiero di Villa Santa Maria

Sono complessivamente 43007 i casi positivi al Covid 19 registrati in Abruzzo dall’inizio dell’emergenza. Rispetto a ieri si registrano 161 nuovi casi (di età compresa tra 1 mese e 96 anni). I positivi con età inferiore ai 19 anni sono 37, di cui 1 in provincia dell’Aquila, 13 in provincia di Pescara, 22 in provincia di Chieti e 1 in provincia di Teramo.

Il bilancio dei pazienti deceduti registra 3 nuovi casi e sale a 1470 (di età compresa tra 74 e 97 anni, 1 in provincia di Pescara, 1 in provincia dell’Aquila e 1 in provincia di Teramo). Del totale odierno 1 caso è riferito a decesso avvenuto nei giorni scorsi e comunicato solo oggi dalla Asl.

Nel numero dei casi positivi sono compresi anche 31101 dimessi/guariti (+209 rispetto a ieri). Gli attualmente positivi in Abruzzo (calcolati sottraendo al totale dei positivi, il numero dei dimessi/guariti e dei deceduti) sono 10436 (-51 rispetto a ieri).

Dall’inizio dell’emergenza Coronavirus, sono stati eseguiti complessivamente 623041 tamponi molecolari (+1376 rispetto a ieri) e 77943 test antigenici (+9582 rispetto a ieri).

Il tasso di positività, calcolato sulla somma tra tamponi molecolari e test antigenici del giorno, è pari a 1.4 per cento. 401 pazienti (+18 rispetto a ieri) sono ricoverati in ospedale in terapia non intensiva; 47 (+1 rispetto a ieri con 4 nuovi ricoveri) in terapia intensiva, mentre gli altri 9988 (-70 rispetto a ieri) sono in isolamento domiciliare con sorveglianza attiva da parte delle Asl.

Del totale dei casi positivi, 12171 sono residenti o domiciliati in provincia dell’Aquila (+7 rispetto a ieri), 9828 in provincia di Chieti (+80), 9355 in provincia di Pescara (+65), 11110 in provincia di Teramo (+9), 364 fuori regione (invariato) e 179 (invariato) per i quali sono in corso verifiche sulla provenienza. Lo comunica l’Assessorato regionale alla Sanità.

COVID-19, TROVATI 76 POSITIVI CON LO SCREENING. A FRANCAVILLA E SAN GIOVANNI TEATINO TAMPONI PER TUTTA LA SETTIMANA

Sono 17.915 i tamponi rapidi eseguiti durante l’ultimo week end nei 5 comuni del Chietino che hanno aderito allo Screening per Covid-19. Identificati 76 positivi asintomatici, sottoposti a test molecolare di controllo.

Questi nel dettaglio i tamponi eseguiti: Fossacesia 948 (0 positivi), Francavilla 5.388 (25 positivi), Lanciano 4.401 (18 positivi), Ortona 4.641 (5 positivi), San Giovanni Teatino 2.374  (28 positivi), Scuole San Salvo 163 (0 positivi). In tutti i comuni le operazioni si sono svolte in modo ordinato e fluido grazie alla sinergia tra mondo del volontariato e amministrazioni pubbliche che si è rivelata assolutamente efficace: “E’ doveroso il ringraziamento ai Sindaci, alla Protezione civile, agli straordinari operatori sanitari, al personale dei Comuni  e a tutte le associazioni che hanno reso possibile un’organizzazione così complessa – sottolinea il Direttore generale della Asl Thomas Schael – . Una mobilitazione corale grazie alla quale abbiamo impedito la diffusione di nuovi contagi attraverso gli asintomatici, che diversamente non avremmo mai trovato e isolato.  Le comunità hanno apprezzato l’ìmpegno, ripagandolo con una partecipazione ampia”.

In qualche caso è stato segnalato da parte dei cittadini che hanno partecipato alla campagna la mancata comunicazione dell’esito via sms, da ricondurre al problema tecnico che ieri mattina ha bloccato la piattaforma telematica per qualche ora. E’ opportuno precisare, comunque, che in assenza di comunicazione da parte della Asl il tampone è da ritenersi negativo, perché in caso di positività accertata la persona interessata viene contattata per telefono entro poche ore. Il numero dei positivi individuati a Francavilla e San Giovanni Teatino ha suggerito la prosecuzione dello Screening fino a venerdì in entrambe i Comuni, dove resterà aperta una sede per l’esecuzione di tamponi.

COVID HOSPITAL PESCARA, APERTI NUOVI STUDI MEDICI E SPOGLIATOI

Sono stati inaugurati questa mattina i nuovi studi medici e gli spogliatoi del Covid Hospital di Pescara. Alla cerimonia, che si è svolta presso il presidio ospedaliero Spirito Santo, hanno partecipato il Presidente Marco Marsilio, l’Assessore alla sanità Nicoletta Verì e il Presidente del Consiglio regionale Lorenzo Sospiri. I due interventi – dei dieci in programma nella Asl di Pescara – sono finalizzati al potenziamento dei servizi sanitari, in relazione all’emergenza epidemiologica. La gestione delle procedure di progettazione e appalto è stata curata dall’Aric, nell’ambito del piano nazionale del Ministero della Sanità e della struttura commissariale di Arcuri, in sinergia con la Asl di Pescara. «Gli interventi stanno andando avanti con celerità – ha spiegato il Presidente Marco Marsilio – e quelli che inauguriamo oggi sono i primi e peraltro in anticipo rispetto ai tempi contrattuali; questo – prosegue il Presidente – è la dimostrazione che si può lavorare in emergenza con poteri speciali e mantenendo allo stesso tempo trasparenza, economicità ed efficacia nella realizzazione delle opere pubbliche. Gli interventi – aggiunge Marsilio – rappresentano un tassello ulteriore volto a potenziare il Covid-Hospital che rappresenta il fiore all’occhiello per Pescara e per l’intero Abruzzo». Le opere riguardano la realizzazione di studi medici (302.427,95 euro) e spogliatoi per il personale sanitario (173.901,59 euro) in servizio nella terapia intensiva e sub-intensiva.

VILLA SANTA MARIA SCREENING DI MASSA ALL’ISTITUTO ALBERGHIERO

Si terrà nell’intera giornata di domani, nella palestra comunale, lo screening di massa per la ricerca del Covid-19 per gli studenti, gli insegnanti e il personale non docente dell’Istituto alberghiero di Villa Santa Maria.

«In seguito alla riunione del Comitato tecnico scientifico regionale della scorsa settimana alla quale ho partecipato in qualità di primo cittadino – spiega il sindaco Giuseppe Finamore – si è deciso di avviare nel nostro paese uno screening dedicato all’Ipssar, in quanto la presenza di numerosi ragazzi provenienti da cinque regioni differenti, e la loro convivenza nei convitti,  aumenta le occasioni di contagio. Che nella scuola si sono già verificate ».

Lo screening, coordinato dalla Protezione Civile in collaborazione con la ASL, sarà eseguito dalle ore 9.00 alle 17.00 e qualora non si riuscirà ad esaminare tutta la popolazione scolastica dell’Ipssar, si programmerà un’altra giornata dedicata ai tamponi rapidi, probabilmente la settimana prossima. Nessuno screening di massa invece per i cittadini villesi in quanto al momento il paese conta zero casi.

«La tranquillità dei ragazzi che studiano nella scuola alberghiera e delle loro famiglie è fondamentale – conclude il sindaco Finamore –  così come la serenità di chi lavora nell’istituto».

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *