Rissa tra giovani a Pescara, scatta chiusura per 5 giorni di un locale

A Vasto controlli per strada e nei locali pubblici. Sanzionato ristoratore

Il Questore di Pescara, Luigi Liguori ha disposto la chiusura per 5 giorni del locale al cui esterno erano seduti i giovani che sabato pomeriggio sono venuti alle mani. Al titolare sono state contestate le violazioni del mancato rispetto del divieto di assembramento e del distanziamento interpersonale nonchè del divieto di somministrare cibi e bevande dopo le ore 18.

Inoltre, gli accertamenti proseguono per verificare il rispetto, da parte dell’esercente, dei protocolli stabiliti per la ripresa delle attività produttive riguardanti la tipologia di locale, soprattutto il distanziamento tra i tavoli che potrebbe essere uno dei motivi della lite scoppiata tra i giovani lì seduti.

Per impedire la prosecuzione o la reiterazione della violazione, il locale è stato chiuso per una durata di 5 giorni, inoltre, è stato avviato il procedimento amministrativo per sottoporre due dei tre giovani identificati alla misura di prevenzione del Foglio di via Obbligatorio dal Comune di Pescara atteso che sono residenti in Comuni di altra provincia, hanno precedenti di polizia e hanno preso parte alla rissa.

A Vasto, le forze dell’ordine hanno eseguito una serie di controlli su strada e nei locali per verificare il rispetto della normativa anti Covid-19. Nel primo pomeriggio di sabato scorso, gli agenti del commissariato di Vasto e della polizia locale hanno effettuato un controllo anti assembramento in un ristorante del litorale vastese riscontrando diverse violazioni.

Il controllo è avvenuto verso le 14, durante il pranzo. Arrivati sul posto, gli agenti hanno avuto modo di notare alcune irregolarità nella conduzione dell’attività procedendo a un’accurata ispezione. Il ristoratore è stato sanzionato.

Per quanto riguarda gli altri controlli disposti dal questore di Chieti, Annino Gargano, nel fine settimana appena trascorso, gli uomini del commissariato di Vasto hanno identificato 70 persone controllando 21 autovetture e 23 persone sottoposte agli arresti domiciliari. 

Durante l’attività, gli agenti hanno sorpreso due vastesi colpiti da avviso orale emesso dal questore della Provincia di Chieti, in compagnia di altri pregiudicati, nonostante il divieto. Infine, sono state contestate alcune sanzioni amministrative a persone controllate nell’arco orario dalle 22 alle 5, nel quale vige il divieto di spostamenti se non per comprovati motivi. 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *