Covid Abruzzo: 357 nuovi casi da ieri e 7 decessi

Nel fine settimana screening di massa a Chieti, Vasto, Francavilla, San Giovanni Teatino, Archi (solo sabato), Atessa, Bucchianico, Casalincontrada, Cupello, Gissi (sabato nelle scuole), Giuliano Teatino, Lentella (domenica solocuole) Palmoli, Roccaspinalveti, Tufillo (solo domenica)

Sono complessivamente 47043 i casi positivi al Covid 19 registrati in Abruzzo dall’inizio dell’emergenza.

Rispetto a ieri si registrano 357 nuovi casi (di età compresa tra 1 e 96 anni).

I positivi con età inferiore ai 19 anni sono 61, di cui 6 in provincia dell’Aquila, 20 in provincia di Pescara, 30 in provincia di Chieti e 5 in provincia di Teramo.

Il bilancio dei pazienti deceduti registra 7 nuovi casi e sale a 1545 (di età compresa tra 63 e 83 anni, 3 in provincia di Chieti, 1 in provincia dell’Aquila, 2 in provincia di Teramo e 1 in provincia di Pescara).

Nel numero dei casi positivi sono compresi anche 34441 dimessi/guariti (+167 rispetto a ieri).

Gli attualmente positivi in Abruzzo (calcolati sottraendo al totale dei positivi, il numero dei dimessi/guariti e dei deceduti) sono 11057 (+183 rispetto a ieri).

Dall’inizio dell’emergenza Coronavirus, sono stati eseguiti complessivamente 668819 tamponi molecolari (+3983 rispetto a ieri) e 142380 test antigenici (+4480 rispetto a ieri).

Il tasso di positività, calcolato sulla somma tra tamponi molecolari e test antigenici del giorno, è pari a 4.2 per cento.

507 pazienti (+5 rispetto a ieri) sono ricoverati in ospedale in terapia non intensiva; 53 (invariato rispetto a ieri con 6 nuovi ricoveri) in terapia intensiva, mentre gli altri 10497 (+178 rispetto a ieri) sono in isolamento domiciliare con sorveglianza attiva da parte delle Asl.

Del totale dei casi positivi, 12591 sono residenti o domiciliati in provincia dell’Aquila (+49 rispetto a ieri), 11261 in provincia di Chieti (+128), 10926 in provincia di Pescara (+133), 11703 in provincia di Teramo (+44), 391 fuori regione (+8) e 171 (-6) per i quali sono in corso verifiche sulla provenienza.

Lo comunica l’Assessorato regionale alla Sanità.

MARSILIO PROMUOVE FINANZIAMENTO VACCINO REITHERA

Per il presidente della regione Abruzzo, Marco Marsilio, “la battaglia sul vaccino si fa anche con il tempo, bisogna sbrigarsi a prendere decisioni”. Marsilio quindi spiega come le Regioni stiano affrontando il tema di finanziare il vaccino AntiCovid italiano Reithera ancora in fase di sperimentazione.

Lo Stato  – rileva Marsilio – sta dando i soldi per sostenere le fasi 2 e 3 della sperimentazione, lo sforzo delle Regioni potrebbe essere quello di finanziare una preventiva produzione industriale scommettendo sul risultato positivo della sperimentazione, come lascia prefigurare l’esito della fase 1, in modo che quando il vaccino sarà autorizzato, avremmo già pronte le prime dosi. Elimineremmo i tempi per far entrare a regime la produzione. Ci assicureremmo da qui in avanti un vaccino che siamo in grado di produrre in casa, che ci evita di dover pregare in ginocchio o portare in tribunale le multinazionali. Questo è un obiettivo strategico a cui tengo molto. Abbiamo appreso in maniera informale – aggiunge Marsilio –  che l’importo richiesto per far partire in maniera più veloce una fase di pre-industrializzazione del prodotto potrebbe anche non costare molto, forse 16 milioni. Se fossi così sarebbe un impegno modesto da parte delle Regioni”.

COVID-19, SCREENING CONFERMATO IN 15 COMUNI ANCHE IN CASO DI NEVE

Davvero encomiabile l’impegno del Comune di Chieti nel facilitare al massimo, in caso di neve nel week end, l’accesso alle postazioni nelle quali saranno eseguiti i tamponi antigenici”. Il Direttore generale della Asl Thomas Schael accoglie con favore l’annuncio delle azioni che saranno intraprese per favorire l’adesione allo screening di massa che torna nel capoluogo per una seconda e, si spera, ampia attività di testing finalizzata all’individuazione di positivi asintomatici. Prima esperienza, invece, per Atessa, dove questa mattina con il Sindaco Giulio Borrelli è stato fatto il punto, alla vigilia di un appuntamento il cui esito potrà incidere in modo significativo sull’allentamento delle restrizioni.

Persiste l’assoluta necessità di fare tamponi su larga scala per via dei contagi che a Chieti in particolare preoccupano – aggiunge Schael – : da inizio febbraio la media è di 30 nuovi casi al giorno, ma è stato raggiunto un picco di 71 nei giorni scorsi. E poiché le festività natalizie sono lontane abbiamo il timore che i numeri in crescita siano determinati dalla diffusione delle varianti, specie quella inglese, rispetto alla quale permane qualche elemento di confusione. Non deve, infatti, trarre in inganno e generare valutazioni superficiali il fatto che non venga ritenuta più pericolosa sotto il profilo della letalità: ha capacità di diffondersi superiore al virus originario, e se cresce il numero degli infetti aumenta parimenti quello dei malati che possono avere necessità di essere ricoverati. Questo è il punto:  nei nostri ospedali non abbiamo più posti, e l’idea di non poter assistere i casi più gravi ci allarma moltissimo. Non possiamo, perciò, permettere la diffusione incontrollata dei contagi, e lo screening ci da un grande aiuto in tal senso. Attraverso gli studi condotti dalla nostra Task Force Covid-19 abbiamo verificato l’attendibilità dei tamponi antigenici utilizzati, più evoluti rispetto ai primi usciti sul mercato, sottoponendo a controllo con test molecolare un campione di 1.00 persone. Il valore predittivo  positivo è stato pari all’89%, mentre quello negativo al 91%, il che vuol dire che abbiamo a disposizione uno strumento importante per la ricerca di contagi su grandi numeri. E’ importante, quindi, poter utilizzare al meglio tale opportunità, anche in luoghi strategici come Vasto, importante realtà di confine che accoglie ogni giorno persone provenienti dal Molise e dai paesi limitrofi.  Rinnovo, pertanto, a tutti i cittadini dei Comuni  nei quali si svolgerà lo screening nel week end di cogliere assolutamente questa opportunità anche in caso di maltempo. D’altra parte abbiamo avuto l’esempio di Pizzoferrato, dove il test ad ampio raggio ha funzionato perché la popolazione non si è spaventata di neve e temperature polari”.

Ecco l’elenco dei Comuni impegnati questa settimana: Chieti, Vasto, Francavilla, San Giovanni Teatino, Archi (solo sabato), Atessa, Bucchianico, Casalincontrada, Cupello, Gissi (sabato nelle scuole), Giuliano Teatino, Lentella (domenica solo scuole), Palmoli, Roccaspinalveti, Tufillo (solo domenica).

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *