Amministrative 2021, l’Udc: “Per i candidati sindaci andare oltre i propri confini di partito”

Coinvolgere nella scelta dei candidati a sindaco delle prossime elezioni amministrative le migliori risorse che ogni territorio può mettere in campo, sotto il profilo della credibilità politica, dell’esperienza professionale e della capacità amministrativa, e non ultimo con profili di competenza e di coraggio assolutamente acclarati”.

E’ quanto chiedono con una nota, in vista della prossima riunione del centrodestra abruzzese, il segretario regionale dell’UDC Enrico Di Giuseppantonio, i segretari provinciali e comunali del partito, che ritengono prioritario per costruire una squadra di governo coesa e credibile, avviare un confronto con le migliori esperienze dei territori, che saranno presto chiamati a rinnovare i consigli comunali.

“In Abruzzo – osserva Di Giuseppantonio – si voterà in 72 Comuni, alcuni dei quali superiori ai 15.000 abitanti, come Vasto, Lanciano, Roseto, Francavilla al Mare e Sulmona. Il test elettorale inevitabilmente sarà un passaggio fondamentale anche per definire qual è la valutazione di una larga fetta della popolazione abruzzese sull’operato della Regione, il tutto ad un anno dal rinnovo del consiglio comunale della città capoluogo, L’Aquila, governata dalla coalizione di centrodestra. Per questi motivi, e soprattutto in questo momento storico di grande rinnovamento imposto dalla tragedia della pandemia – sostiene il segretario regionale UDC Enrico Di Giuseppantonio – il centrodestra deve ampliare la propria squadra, investendo sulla capacità dei rappresentanti politici sui territori di risultare inclusivi con il coinvolgimento delle migliori risorse che ogni area dell’Abruzzo può mettere in campo. Si scelgano candidati a Sindaco capaci di essere sicuri punti di riferimento per i cittadini, avendo ruoli importanti e di grande responsabilità. Oggi, sono chiamati a svolgere una missione delicata districandosi tra tanti ostacoli nella gestione dei paesi e della città. E’ necessario andare oltre i propri confini di partito – aggiunge Di Giuseppantonio. E’ una linea tracciata anche in un recente confronto tra gli esponenti regionali di Lega, Forza Italia, Fratelli D’Italia, Idea-Cambiamo e appunto UDC. Il nostro obiettivo è quello di costruire una prospettiva nuova, che privilegi e valorizzi le competenze di ogni territorio, per dare ulteriore valore alla capacità della politica di tornare ad essere credibile e forte”.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *