Fossacesia, semidistrutto dal mare il cantiere del costruendo stabilimento balneare

Oggi il mare ha deciso di “visitare” il cantiere del costruendo stabilimento balneare di Fossacesia per dare una lezione all’uomo. Con la sua proverbiale forza ha praticamente semidistrutto casseformi di legno e ferri di armatura, letteralmente piegati dalla forza del mare, il tutto predisposto per eseguire la gettata di cemento che sarebbe dovuta servire per formare il basamento della costruzione. In buona sostanza tutto ciò che è stato realizzato non è più utilizzabile, da buttare via. Il mare ha già ingoiato grossi pezzi di cemento che contribuiranno ad inquinare l’ambiente. Si spera che la triste vicenda sia di monito per il futuro e faccia riflettere affinché si attui una più oculata e giusta pianificazione del nostro territorio, già fortemente martoriato da costruzioni troppo vicine alla costa. Il disastro che si prevedeva a lungo termine purtroppo si è verificato già in fase d’opera. In questo caso specifico era prevedibile l’alto livello di azzardo della costruzione in quella posizione così tanto vicina al mare. «Fa rabbia – si legge in una nota del Coordinamento per la Tutela delle Vie Verdi d’Abruzzo – dover combattere nel 2021 contro il ritorno del cemento in spiaggia. Ancora più triste è vedere pezzi di cemento trascinati in acqua, dove probabilmente rimarranno per sempre. Speriamo che tutto ciò sia di insegnamento e, malgrado la provincia di Chieti continui a portare avanti la sua idea di regolamento per la Via Verde, siamo consapevoli che dovremo comunque continuare a combattere affinché il nostro litorale non sia coperto ancora da altro cemento».

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *