Covid in Abruzzo, 482 nuovi casi e 11 decessi nelle ultime 24 ore

Il 20 febbraio l’avvio della campagna di vaccinazione del personale scolastico e universitario abruzzese. A Lanciano impennata di contagiati, soprattutto fra i più giovani. E intanto in città si registra la vittima numero 32 nella seconda ondata del virus

Sono complessivamente 49710 i casi positivi al Covid 19 registrati in Abruzzo dall’inizio dell’emergenza. Rispetto a ieri si registrano 482 nuovi casi di età compresa tra 6 mesi e 97 anni *(il totale risulta inferiore di una unità in quanto è stato sottratto un caso comunicato nei giorni scorsi e risultato duplicato)

I positivi con età inferiore ai 19 anni sono 103, di cui 8 in provincia dell’Aquila, 46 in provincia di Pescara, 41 in provincia di Chieti e 8 in provincia di Teramo.

Il bilancio dei pazienti deceduti registra 11 nuovi casi e sale a 1599 (di età compresa tra 64 e 96 anni, 4 in provincia di Chieti, 1 in provincia dell’Aquila, 4 in provincia di Teramo e 2 in provincia di Pescara). Del totale odierno, 3 casi sono riferiti a decessi avvenuti nei giorni e comunicati solo oggi dalle Asl.

Nel numero dei casi positivi sono compresi anche 35803 dimessi/guariti (+369 rispetto a ieri).

Gli attualmente positivi in Abruzzo (calcolati sottraendo al totale dei positivi, il numero dei dimessi/guariti e dei deceduti) sono 12308 (+101 rispetto a ieri).

Dall’inizio dell’emergenza Coronavirus, sono stati eseguiti complessivamente 695402 tamponi molecolari (+4758 rispetto a ieri) e 187309 test antigenici (+5136 rispetto a ieri).

Il tasso di positività, calcolato sulla somma tra tamponi molecolari e test antigenici del giorno, è pari a 4.9 per cento.

552 pazienti (+1 rispetto a ieri) sono ricoverati in ospedale in terapia non intensiva; 70 (+7 rispetto a ieri con 10 nuovi ricoveri) in terapia intensiva, mentre gli altri 11686 (+93 rispetto a ieri) sono in isolamento domiciliare con sorveglianza attiva da parte delle Asl.

Del totale dei casi positivi, 12834 sono residenti o domiciliati in provincia dell’Aquila (+47 rispetto a ieri), 12022 in provincia di Chieti (+192), 12253 in provincia di Pescara (+192), 12021 in provincia di Teramo (+77), 411 fuori regione (+6) e 169 (-33) per i quali sono in corso verifiche sulla provenienza.

Lo comunica l’Assessorato regionale alla Sanità.

CAMPAGNA DI VACCINAZIONE DEL PERSONALE SCOLASTICO E UNIVERSITARIO ABRUZZESE

È fissato per sabato 20 febbraio prossimo l’avvio della campagna di vaccinazione del personale scolastico e universitario abruzzese.

Lo comunica l’assessore alla Salute, Nicoletta Verì, che ha promosso questa prima giornata in collaborazione con il referente regionale per le vaccinazioni Covid, Maurizio Brucchi.

Nel “Vaccino-Day, Scuola e Università” di sabato saranno coinvolti i 4 capoluoghi di provincia, dove le Asl procederanno alla chiamata del personale scolastico che ha già manifestato l’interesse ad essere sottoposto a vaccinazione anti Covid. Ad ognuno saranno comunicati orario e luogo dove presentarsi, secondo un calendario predisposto per rendere le operazioni snelle e senza rischio di assembramenti. All’Aquila, Pescara, Chieti e Teramo, saranno impegnati decine di medici per questa ulteriore fase della campagna vaccinale.

Naturalmente – puntualizza l’assessore Verì – si tratta solo della prima giornata. Le somministrazioni proseguiranno nei giorni successivi sia negli stessi capoluoghi (perché non sarà possibile vaccinare tutto il personale in una sola giornata) che nelle altre località, sulla base di criteri oggettivi e ben precisi stabiliti da ogni Asl. Un altro tassello, che si va ad aggiungere a quelli delle altre fasce di popolazione che stiamo vaccinando in questi giorni”.

Il “Vaccino-Day Scuola e Università” si svolgerà all’Aquila nel centro vaccinale dell’ospedale San Salvatore, a Pescara al porto turistico, a Chieti nel Campus universitario e a Teramo nella sala dell’Ipogeo in piazza Garibaldi.

CITTADINI IN ISOLAMENTO A LANCIANO,116 HANNO MENO DI 19 ANNI

La Asl ha comunicato al Sindaco di Lanciano, Mario Pupillo, la positività al covid19 di 27 concittadini: si tratta di un numero elevato rispetto al trend degli ultimi giorni che porta a 216 il totale degli attualmente positivi in città (l’aumento è contenuto dagli 11 guariti). E’ il balzo in avanti più consistente in termine di contagi in 24 ore: questo significa che il virus ha ripreso a circolare con forza tra noi, cammina con più velocità sulle nostre gambe ed è molto presente in città. Anche le quarantene aumentano in maniera sensibile: sono 192 i concittadini in isolamento, di questi 116 hanno meno di 19 anni.

Significa che abbiamo diverse classi scolastiche in quarantena, nello specifico: una classe delle superiori e tre classi delle medie. Altre classi in cui ci sono stati dei casi non sono state messe in quarantena dalla Asl, tuttavia seguiamo con attenzione l’evolversi della situazione come ho ripetuto ieri mattina nel tavolo convocato dalla Prefettura – afferma Pupillo -. L’attenzione sulle scuole è alta, con l’Assessore alla Pubblica Istruzione Giacinto Verna abbiamo un filo diretto aperto con i dirigenti degli istituti comprensivi che incontreremo in videoconferenza oggi per un aggiornamento puntuale sulla situazione. Al momento, le scuole dove si svolge didattica in presenza rimangono aperte: ci riserviamo di valutare, dati ufficiali alla mano, le singole situazioni di caso in caso per provvedimenti che tutelino la salute dei nostri piccoli concittadini, delle loro famiglie e dei lavoratori della scuola. Resta inteso che dobbiamo tutti rispettare le regole della zona rossa e le solite precauzioni: mascherine, igiene delle mani, distanziamento. Non diamo ulteriori occasioni a questo maledetto virus che si diffonde con una velocità preoccupante”.

Il sindaco ha dato annuncio del decesso di una donna di 89 anni, ospite dell’istituto per anziani Santiago, che era risultata positiva nel focolaio esploso il 23 dicembre scorso. I decessi della seconda ondata di contagi salgono a 32.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *