653 nuovi casi e 17 decessi nelle ultime 24 ore in Abruzzo per il Covid

Inaugurato oggi nuovo reparto a Chieti per Malattie Infettive e Pneumologia

Sono complessivamente 52951 i casi positivi al Covid 19 registrati in Abruzzo dall’inizio dell’emergenza.

Rispetto a ieri si registrano 653 nuovi casi di età compresa tra 7 mesi e 93 anni *(il totale risulta inferiore in quanto è stato sottratto un caso comunicato nei giorni scorsi e risultato duplicato)

I positivi con età inferiore ai 19 anni sono 148, di cui 10 in provincia dell’Aquila, 67 in provincia di Pescara, 46 in provincia di Chieti e 25 in provincia di Teramo.

Il bilancio dei pazienti deceduti registra 17 nuovi casi e sale a 1679 (di età compresa tra 54 e 94 anni, 6 in provincia di Chieti, 2 in provincia di Teramo e 9 in provincia di Pescara). Del totale odierno, 6 casi sono riferiti a decessi avvenuti nei giorni e comunicati solo oggi dalle Asl.

Nel numero dei casi positivi sono compresi anche 38638 dimessi/guariti (+721 rispetto a ieri).

Gli attualmente positivi in Abruzzo (calcolati sottraendo al totale dei positivi, il numero dei dimessi/guariti e dei deceduti) sono 12634 (-86 rispetto a ieri).

Dall’inizio dell’emergenza Coronavirus, sono stati eseguiti complessivamente 727872 tamponi molecolari (+6127 rispetto a ieri) e 239180 test antigenici (+7439 rispetto a ieri).

Il tasso di positività, calcolato sulla somma tra tamponi molecolari e test antigenici del giorno, è pari a 4.8 per cento.

609 pazienti (-8 rispetto a ieri) sono ricoverati in ospedale in terapia non intensiva; 78 (+2 rispetto a ieri con 5 nuovi ricoveri) in terapia intensiva, mentre gli altri 11948 (-79 rispetto a ieri) sono in isolamento domiciliare con sorveglianza attiva da parte delle Asl.

Del totale dei casi positivi, 13115 sono residenti o domiciliati in provincia dell’Aquila (+48 rispetto a ieri), 13085 in provincia di Chieti (+255), 13550 in provincia di Pescara (+279), 12595 in provincia di Teramo (+111), 422 fuori regione (+9) e 184 (-50) per i quali sono in corso verifiche sulla provenienza.

Lo comunica l’Assessorato regionale alla Sanità.

Covid-19, nuovo reparto a Chieti per Malattie Infettive e Pneumologia

L’assessore Nicoletta Verì e il Direttore di Malattie Infettive Jacopo Vecchiet

Tredici posti letto di area Sub Intensiva Covid-19. L’ospedale di Chieti migliora l’offerta assistenziale con la ristrutturazione di spazi al 5° livello del Corpo L, dove saranno ubicati 6 posti di Malattie Infettive e 7 di Pneumologia. Questa mattina i locali sono stati stati visitati dal Presidente della Giunta Regionale Marco Marsilio, dall’Assessore alla Salute Nicoletta Verì, dal Sindaco Diego Ferrara e altre autorità. 

Questa realizzazione rientra nel potenziamento della rete Covid – ha detto il Presidente – portata a termine in tempo record se consideriamo che i poteri ci sono stati conferiti solo a ottobre. Abbiamo quindi a disposizione nuovi posti letto proprio in un momento nel quale ce n’è un gran bisogno per via della pressione in atto sugli ospedali”.

Anche qui al SS. Annunziata viene seguita la strategia indicata dalla Regione – ha sottolineato Nicoletta Verì – di disporre di posti letto ricovertibili in base alle necessità del momento. Quelli inaugurati oggi ne sono un esempio”.

Ampi gli spazi a disposizione delle due unità operative, che dispongono di stanze a uno e due letti pressurizzate, dotate cioè di un sistema di filtri che consentono l’isolamento di pazienti con malattie contagiose o soggetti a contrarre infezioni. 

I lavori sono stati finanziati con 1 milione di euro messo a disposizione dalla Regione nell’ambito delle azioni Covid, che a Chieti prevedono altri interventi consistenti, a partire dalla ristrutturazione del VI livello del Corpo L per 19 posti letto di Malattie Infettive. 

Grazie al Decreto firmato proprio ieri dal Presidente – ha annunciato il Direttore generale della Asl Thomas Schael – avremo altri 300 mila euro a disposizione per realizzare la camera calda e la sala d’attesa no Covid al Pronto Soccorso, oltre a posti di Osservazione Breve nei quali ospitare i pazienti da sottoporre a tampone prima di accedere alle prestazioni o al ricovero. Inoltre 1 milione di euro aggiuntivo ci è stato assegnato per lavori e acquisto di attrezzature per altri 30 posti letto Covid, da ubicare in una nuova area che collegherà i due corpi L e M.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *