San Vito, anziani in attesa di vaccinazione costretti per ore fuori dall’ex distretto sanitario

In questi giorni, presso l’ex distretto sanitario di San Vito Chietino, si sta svolgendo una campagna di vaccinazione, rivolta in modo particolare agli anziani, promossa dalla Regione Abruzzo in collaborazione con la Asl Chieti-Lanciano-Vasto. Ebbene, in merito all’organizzazione, da molti definita da terzo mondo, sono scoppiate feroci polemiche per come vengono trattati gli ultraottantenni, alcuni in carrozzina o stampelle, costretti a stare fuori dai locali del distretto anche sotto la pioggia, per ore e con ben cinque moduli da riempire, il tutto per evitare assembramenti.

«In altre Regioni – afferma indignato un anziano – le vaccinazioni vengono eseguite a domicilio. Ciò che sta accadendo a San Vito è una vera indecenza e una mancanza di rispetto verso una categoria di persone fragili». Critiche sono state rivolte in particolare ai dirigenti della sanità abruzzese e al presidente Marco Marsilio che, a detta delle persone con disabilità, avrebbero dovuto prestare più attenzione nella gestione delle operazioni vaccinali, magari scaglionando meglio gli appuntamenti.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *