Dai ieri in Abruzzo 37 deceduti e 608 nuovi positivi per il Covid

 Tornano a salire i contagi in Abruzzo e 91, un record, sono i ricoveri in terapia intensiva negli ospedali. Oltre all’aumento dei casi e dei decessi c’è da segnalare anche un rilevante aumento del numero di dimessi e guariti: 906 in più nelle ultime ore, che portano il totale a 44.161. Il sindaco di Chieti prorogata fino a Pasqua la sospensione della didattica in presenza.

Sono complessivamente 58931 i casi positivi al Covid 19 registrati in Abruzzo dall’inizio dell’emergenza. Rispetto a ieri si registrano 608 nuovi casi (di età compresa tra 4 mesi e 97 anni).

I positivi con età inferiore ai 19 anni sono 116, di cui 21 in provincia dell’Aquila, 53 in provincia di Pescara, 30 in provincia di Chieti e 12 in provincia di Teramo.

Il bilancio dei pazienti deceduti registra 37 nuovi casi e sale a 1872 (di età compresa tra 53 e 98 anni, 13 in provincia di Chieti, 8 in provincia di Teramo, 12 in provincia di Pescara e 4 in provincia dell’Aquila). Del totale odierno, 12 casi sono riferiti a decessi avvenuti nei giorni e comunicati solo oggi dalle Asl.

Nel numero dei casi positivi sono compresi anche 44161 dimessi/guariti (+906 rispetto a ieri).

Gli attualmente positivi in Abruzzo (calcolati sottraendo al totale dei positivi, il numero dei dimessi/guariti e dei deceduti) sono 12898 (-335 rispetto a ieri).

Dall’inizio dell’emergenza Coronavirus, sono stati eseguiti complessivamente 800288 tamponi molecolari (+6112 rispetto a ieri) e 304929 test antigenici (+5644 rispetto a ieri).

Il tasso di positività, calcolato sulla somma tra tamponi molecolari e test antigenici del giorno, è pari a 5.1 per cento.

661 pazienti (-8 rispetto a ieri) sono ricoverati in ospedale in terapia non intensiva; 91 (+4 rispetto a ieri con 9 nuovi ricoveri) in terapia intensiva, mentre gli altri 12146 (-331 rispetto a ieri) sono in isolamento domiciliare con sorveglianza attiva da parte delle Asl.

Del totale dei casi positivi, 14121 sono residenti o domiciliati in provincia dell’Aquila (+113 rispetto a ieri), 14856 in provincia di Chieti (+147), 15735 in provincia di Pescara (+274), 13571 in provincia di Teramo (+99), 464 fuori regione (+13) e 184 (-38) per i quali sono in corso verifiche sulla provenienza.

Lo comunica l’Assessorato regionale alla Sanità.

CHIETI, PROROGATA LA DIDATTICA A DISTANZA FINO AL 3 APRILE

Il sindaco di Chieti, Diego Ferrara, annuncia l’intenzione di prorogare la sospensione della didattica in presenza fino al prossimo 3 aprile. L’Amministrazione sta predisponendo un’ordinanza che sospende l’attività di nidi (pubblico e privati e ludoteche) e scuole dell’infanzia, mentre scuole elementari e medie continueranno ad operare con la didattica a distanza.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *