Lanciano, nuovo avviso per i buoni spesa per le famiglie in difficoltà

Entro le ore 12 del prossimo 19 marzo sarà possibile presentare le domande per i buoni spesa in favore dei nuclei familiari in difficoltà economiche a causa dell’emergenza covid 19 presso l’Assessorato alle Politiche Sociali del Comune di Lanciano. E’ quanto viene sottolineato in una nota diffusa in queste ore che riporta l’avviso della pubblicazione dell’avviso, rivolto a coloro che non siano stati già ammessi al beneficio erogato a dicembre 2020. Sarà possibile accedere ai buoni spesa compilando lo schema di domanda disponibile in formato digitale sul sito istituzionale al link www.bit.ly/buonispesamarzo e in formato cartaceo presso il Segretariato Sociale.

I requisiti da avere al momento della domanda da parte del cittadino richiedente sono: residenza nel Comune di Lanciano; essere regolarmente soggiornante sul territorio italiano; avere un disagio economico derivante da sospensione, interruzione o perdita del lavoro da parte di anche un solo componente dell’intero nucleo familiare a causa dell’emergenza covid19 e trovarsi in stato di bisogno; avere entrate nette dell’intero nucleo familiare (reddito di lavoro, pensione sociale, pensione di invalidità, Naspi, cassa integrazione, reddito di cittadinanza o di emergenza, al netto delle spese di locazione e mutuo) percepite nel mese di febbraio 2021 non superiori a 800 euro, aumentabile di 100 euro per ciascun componente del nucleo familiare anagrafico; avere disponibilità su conti correnti bancari o postali o altre forme finanziarie intestati ai componenti del nucleo familiare, al 28 febbraio 2021, non superiore a 8.000 euro. Per ogni nucleo familiare è possibile presentare una sola domanda di accesso al beneficio, non verranno prese in considerazione le domande presentate da componenti appartenenti allo stesso nucleo familiare. Le persone che hanno già ricevuto i buoni spesa nel mese di dicembre 2020, non potranno presentare domanda né per loro né per i rispettivi componenti del nucleo familiare.

Gli interessati potranno presentare la domanda con diverse modalità: personalmente presso lo sportello di Segretariato Sociale in via dei Frentani 27 (lunedi, mercoledì e venerdì 9-12, martedì 15-17.30) nel rispetto dei protocolli anti covid garantendo il massimo distanziamento ed evitando assembramenti; inviandola via mail a buonisociali@lanciano.eu precisando nell’oggetto “Buoni spesa Nome e Cognome”. Alla domanda vanno allegati obbligatoriamente: copia documento di identità in corso di validità; modulo privacy firmato; eventuale permesso di soggiorno in corso di validità per i residenti extracomunitari; eventuale verbale di riconoscimento handicap legge 104/92.

I buoni spesa devono essere spesi negli esercizi commerciali individuati dai beneficiari tra quelli accreditati col Comune di Lanciano: Bottega del Gusto, via Bocache 10; Paione srl, via per Treglio 34; Conad Adriatico, variante Frentana SS84; Salumi e Formaggi Antonio, via Rosato 38; Oasi, via Santo Spirito 119; Todis, via per Treglio 53; Tigre Amico, via Fagiani 8; Eurospin Lanciano, via per Fossacesia 133; Punto Sma, via Belvedere 40; Cose buone da Rosa, piazza Garibaldi 56. I buoni non sono cedibili a terzi, non sono utilizzabili quale denaro contante e non dà diritto a resto in contanti; non possono essere commercializzabili né convertibili in denaro; comporta l’obbligo per il fruitore, di regolare in contanti l’eventuale differenza in eccesso tra il valore economico del buono ed il prezzo dei beni acquistati. I buoni possono essere utilizzabili esclusivamente per l’acquisto di generi di prima necessità come prodotti alimentari e generi di prima necessità (latte, pasta, zucchero, carne, pane, uova, pesce, olio, frutta, verdura, scatolame, surgelati, alimenti per la prima infanzia, etc; prodotti per l’igiene personale quali: sapone, dentifricio, pannolini per bambini, assorbenti, carta igienica, etc; prodotti per la pulizia della casa quali detersivi, disinfettanti, etc). I buoni non possono essere spesi per i prodotti di non prima necessità quali alcolici (vino, birra e super alcolici vari), arredi e corredi per la casa (es. stoviglie etc.), tabacchi, ricariche telefoniche, giochi e lotterie.

“Con questo nuovo avviso intendiamo andare incontro alle famiglie che finora non hanno avuto accesso ai buoni spesa, cercando così di dare una risposta ai bisogni emersi, purtroppo con forza, negli ultimi mesi. Una volta raccolte le domande dei nuovi beneficiari, in caso di fondi ancora disponibili, procederemo a una distribuzione di buoni spesa anche per le famiglie che già in passato avevano beneficiato di questo aiuto concreto. Il nostro obiettivo è di non lasciare nessuno indietro, in un anno terribile dal punto di vista sanitario, economico e soprattutto sociale cercheremo come sempre di dare una risposta a tutte le famiglie che chiederanno un aiuto – dichiara l’Assessora alle Politiche Sociali Dora Bendotti.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *