Lanciano, casi Covid in centro anziani e in reparti dell’ospedale

Il sindaco di Lanciano, Mario Pupillo, attraverso la sua pagina Facebook, ha reso noto stamattina alla cittadinanza di due nuovi focolai Covid in città.

Il primo riguarda la residenza per anziani Villa 900, di via per Treglio, dove risultano positivi oltre 30 persone tra personale e ospiti; il secondo è esploso nel reparto di Medicina dell’ospedale civile Renzetti, chiuso per l’opportuna sanificazione. Qui si registrano 15 contagiati tra personale sanitario e pazienti.

“In quest’ultimo caso – afferma Pupillo – si sarebbero registrati anche dei decessi ma non ancora comunicati al Comune e sui quali attendiamo conferme. Da organi di informazione, inoltre, abbiamo appreso che il contagio si è esteso anche al reparto di Neurologia, che è stato precauzionalmente chiuso come per la Medicina. Ieri pomeriggio ho inviato una nota formale al direttore generale della Asl Lanciano-Vasto-Chieti affinché chiarisca a me e alla cittadinanza i contorni di una vicenda molto preoccupante per quello che dovrebbe essere un ospedale no-covid, come da piano aziendale è stato classificato il Renzetti. Vogliamo avere informazioni certe e puntuali, subito. Per effetto delle comunicazioni ufficiali del dipartimento Prevenzione della Asl delle ultime 48 ore, dunque, i contagi risalgono a 210 dopo essere scesi fino a 186”.

Nella comunicazione, Pupillo aggiunge che sono iniziate le vaccinazioni delle persone con disabilità (legge 104) nel punto vaccinale di San Vito. A seguire saranno convocati caregiver e fragili. “Segnalo che è aperta la piattaforma per registrare le adesioni alla vaccinazione riservata alle persone dai 75 ai 79 anni: https://sanitaonline.regione.abruzzo.it/portaleservizi/#/portaleservizisanitari/interesse-vaccini-covid-reg/under80.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *