Nove decessi e 272 nuovi positivi in Abruzzo per il Covid

Sono complessivamente 65508* i casi positivi al Covid 19 registrati in Abruzzo dall’inizio dell’emergenza. Rispetto a ieri si registrano 272 nuovi casi di età compresa tra 1 e 93 anni *(il totale risulta inferiore in quanto è stato sottratto un caso comunicato nei giorni scorsi e risultato duplicato)

I positivi con età inferiore ai 19 anni sono 43, di cui 7 in provincia dell’Aquila, 1 in provincia di Pescara, 19 in provincia di Chieti e 16 in provincia di Teramo.

Il bilancio dei pazienti deceduti registra 9 nuovi casi e sale a 2145 (di età compresa tra 60 e 94 anni, 2 in provincia di Chieti, 4 in provincia di Teramo, 2 in provincia dell’Aquila e 1 residente fuori regione). Del totale odierno, 2 casi sono riferiti a decessi avvenuti nei giorni scorsi e comunicati solo oggi dalle Asl.

Nel numero dei casi positivi sono compresi anche 53222 dimessi/guariti (+253 rispetto a ieri).

Gli attualmente positivi in Abruzzo (calcolati sottraendo al totale dei positivi, il numero dei dimessi/guariti e dei deceduti) sono 10141 (+9 rispetto a ieri).

Dall’inizio dell’emergenza Coronavirus, sono stati eseguiti complessivamente 890907 894407 tamponi molecolari (+3500 rispetto a ieri) e 355805 test antigenici (+1396 rispetto a ieri).

Il tasso di positività, calcolato sulla somma tra tamponi molecolari e test antigenici del giorno, è pari a 5.5 per cento.

606 pazienti (-1 rispetto a ieri) sono ricoverati in ospedale in terapia non intensiva; 69 (+1 rispetto a ieri con 6 nuovi ricoveri) in terapia intensiva, mentre gli altri 9466 (+9 rispetto a ieri) sono in isolamento domiciliare con sorveglianza attiva da parte delle Asl.

Del totale dei casi positivi, 15838 sono residenti o domiciliati in provincia dell’Aquila (+55 rispetto a ieri), 16824 in provincia di Chieti (+115), 17096 in provincia di Pescara (+10), 15037 in provincia di Teramo (+105), 535 fuori regione (invariato) e 178 (-14) per i quali sono in corso verifiche sulla provenienza.

Lo comunica l’Assessorato regionale alla Sanità.

CAMPAGNA VACCINI, SI CERCANO VOLONTARI

Operatori sanitari in servizio o in quiescenza, oltre a volontari a supporto delle attività amministrative e di inserimento dati, potranno da oggi pomeriggio dare la propria disponibilità a partecipare gratuitamente alla campagna vaccinale.

Lo comunica l’assessore alla Salute, Nicoletta Verì, annunciando l’attivazione dello sportello digitale su cui tutti coloro che vorranno collaborare alle vaccinazioni avranno la possibilità di iscriversi.

I volontari potranno limitare la propria disponibilità anche solo ad alcune ore: saranno le Asl ad organizzare le attività e la turnazione. Le stesse aziende provvederanno anche alla copertura assicurativa di tutti i collaboratori.

Lo sportello digitale è raggiungibile all’indirizzo https://sportello.regione.abruzzo.it, cliccando su “catalogo servizi”, sezione “campagna vaccinale”.

Come avevamo sottolineato durante la presentazione della fase 2 della campagna vaccinale – spiega la Verì – abbiamo promosso questa iniziativa per potenziare ulteriormente la capillarizzazione sul territorio, lanciando un appello a tutti coloro che vorranno dare il proprio contributo in questo grande sforzo collettivo”.

PIÙ POSTI LETTO DI MEDICINA ALL’OSPEDALE DI CHIETI

Pur di evitare lunghe attese per un ricovero al Pronto Soccorso di Chieti abbiamo attivato 12 posti letto aggiuntivi in Clinica Medica per pazienti no Covid”. Questa la soluzione tempestiva adottata dal Direttore Sanitario della Asl Angelo Muraglia alla massiccia affluenza registrata in queste ore al Policlinico, dove la richiesta di ricovero in area medica si è fatta più consistente, anche in considerazione della temporanea sospensione dell’attività della Medicina dell’ospedale di Lanciano per via dei casi di contagio che si sono verificati nei giorni scorsi. 

Con questa attivazione i posti letto per pazienti no Covid della Clinica Medica diretta da Francesco Cipollone salgono a 30 – aggiunge Muraglia – . La nostra è un’organizzazione flessibile, che ci consente di modulare la disponibilità di posti in base alle necessità espresse dagli utenti. E in questo momento la richiesta maggiore arriva da pazienti che soffrono anche di altre patologie, affrontate con la consueta professionalità”. 

AVEZZANO, ALUNNI POSITIVI AL COVID, CHIUDE SCUOLA 

Alcuni bambini sono risultati positivi al coronavirus nella scuola dell’infanzia “Cianciusi” dell’istituto comprensivo “A.Vivenza-Giovanni XXIII”. Il Sindaco, Giovanni Di Pangrazio, allertato dalla Asl1, ha emesso oggi un’ordinanza di chiusura della scuola, con la sospensione temporanea delle attività didattiche fino al 9 aprile. La disposizione di chiusura è mirata ad evitare la diffusione del contagio da Covid19.

Secondo le informative delle Asl, gli alunni sono risultati positivi al tampone molecolare.

Il primo cittadino ha disposto anche la sanificazione straordinaria dell’edificio scolastico e delle pertinenze, ma il compito è stato affidato al dirigente scolastico.

La Asl, invece, ha disposto la quarantena con isolamento domiciliare degli alunni, del personale docente e non docente fino all’esito negativo del tampone di controllo previsto dal protocollo Covid-19.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *