47 nuovi casi di positività e 14 decessi per il Covid in Abruzzo

Sono complessivamente 66660 i casi positivi al Covid 19 registrati in Abruzzo dall’inizio dell’emergenza.

Rispetto a ieri si registrano 47 nuovi casi (di età compresa tra 5 mesi e 93 anni).

I positivi con età inferiore ai 19 anni sono 7, tutti in provincia di Pescara.

Il bilancio dei pazienti deceduti registra 14 nuovi casi e sale a 2187 (di età compresa tra 50 e 97 anni, 6 in provincia di Chieti, 1 in provincia di Teramo, 4 in provincia dell’Aquila e 3 in provincia di Pescara). Del totale odierno, 2 casi sono riferiti a decessi avvenuti nei giorni scorsi e comunicati solo oggi dalle Asl.

Nel numero dei casi positivi sono compresi anche 53902 dimessi/guariti (+178 rispetto a ieri).

Gli attualmente positivi in Abruzzo (calcolati sottraendo al totale dei positivi, il numero dei dimessi/guariti e dei deceduti) sono 10571 (-145 rispetto a ieri).

Dall’inizio dell’emergenza Coronavirus, sono stati eseguiti complessivamente 911430 tamponi molecolari (+1071 rispetto a ieri) e 360654 test antigenici (+407 rispetto a ieri).

Il tasso di positività, calcolato sulla somma tra tamponi molecolari e test antigenici del giorno, è pari a 3.2 per cento.

603 pazienti (+7 rispetto a ieri) sono ricoverati in ospedale in terapia non intensiva; 70 (invariato rispetto a ieri con 4 nuovi ricoveri) in terapia intensiva, mentre gli altri 9898 (-152 rispetto a ieri) sono in isolamento domiciliare con sorveglianza attiva da parte delle Asl.

Del totale dei casi positivi, 16296 sono residenti o domiciliati in provincia dell’Aquila (+11 rispetto a ieri), 17073 in provincia di Chieti (invariato), 17277 in provincia di Pescara (+36), 15310 in provincia di Teramo (+8), 526 fuori regione (invariato) e 178 (-8) per i quali sono in corso verifiche sulla provenienza.

Lo comunica l’Assessorato regionale alla Sanità.
I NAS DEI CARABINIERI SUI MEZZI DI TRASPORTO

Controlli dei carabinieri del Nas di Pescara sui mezzi di trasporto sia pubblici che privati in 10 aziende operanti a livello urbano e interurbano.
Le attività di ricerca del Coronavirus e i tamponi sulle superfici sono state condotte sui mezzi urbani e interurbani in circolazione e in partenza da Pescara e 
Chieti.

L’attività è stata svolta in collaborazione con i ricercatori del dipartimento di Tecnologia Innovative e Medicina dell’Universita d’Annunzio di Chieti-Pescara.

Le analisi invece sono state svolte nel laboratorio di Genetica molecolare del Cast dell’ateneo. I risultati hanno dato esito negativo per tutti i 24 tamponi processati, colti su superfici come pulsantiere per prenotazioni fermate, sedili e volante conducente. Nel corso dei controlli sui protocolli Covid adottati a bordo dei mezzi, in un solo caso, nell’Aquilano, sono state rilevate carenze lievi in materia di cartellonistica e presenza di sanificatori di un mezzo, che hanno comportato l’adozione di prescrizioni. Nel complesso le ispezioni hanno riguardato 18 autobus e sono state eseguite nelle quattro province abruzzesi.

CORONAVIRUS, SALGONO A 58 LE VITTIME A LANCIANO

Altri due decessi nelle ultime 36 ore a Lanciano per il Covid. Si tratta, due donne di 78 anni e 96 anni: quest’ultima era ospite della residenza per anziani Villa Novecento ed era risultata positiva nel focolaio scoppiato a fine marzo. Stando alle ultime comunicazioni della Asl, il bilancio degli attuali positivi a Lanciano rimane stabile a 181.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *