Impianti sciistici abruzzesi, stanziati 2 milioni a fondo perduto

Due milioni di euro a fondo perduto da destinare a 20 gestori degli impianti sciistici attrezzati del territorio regionale. È il risultato dell’avviso pubblico con cui, lo scorso 4 marzo, la Regione ha deciso di concedere ristori in favore dei soggetti che hanno subito le conseguenze della grave crisi economica derivante dall’emergenza Covid 19. Con apposita determina, sono stati approvati i risultati di quell’avviso pubblico che consentiranno l’erogazione dei fondi in base al punteggio riportato da ognuno dei 20 destinatari. La graduatoria è stata pubblicata sul Burat, il Bollettino ufficiale della Regione Abruzzo. 

Con questo provvedimento – spiegano l’assessore al Bilancio e alle Aree interne della Regione, Guido Liris e quello al Turismo, Daniele D’Amario – manteniamo una promessa fatta nei confronti di aziende che sono state particolarmente danneggiate dal blocco imposto dall’emergenza. Si tratta di soggetti che operano in un contesto, quello montano e del turismo invernale, che costituisce una risorsa di fondamentale importanza per l’economia dell’intero Abruzzo e in particolare delle aree interne. Era doveroso che la Regione desse una risposta che, seppur parziale, può consentire di ammortizzare gli effetti di queste chiusure. Ribadiamo il massimo impegno a sostegno di tutto il settore, già oggetto di strategie mirate di tutela e valorizzazione. Auspichiamo che la stagione estiva possa far segnare la ripartenza e che la prossima invernale sia quella del ritorno a una prima normalità. Profonderemo ogni sforzo per questo”.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *