Città Sant’Angelo, bimbo affoga in piscina

Un bimbo di 2 anni è morto annegato ieri sera, introno alle ore 20, nella piscina della villetta di famiglia. La disgrazia è avvenuta in via Maddalena, a Città Sant’Angelo, dove vive la famiglia del piccolo. Il bambino, che era in casa, si sarebbe allontanato, sfuggendo dalle attenzioni della mamma che era in compagnia dell’altra figlia, che ha subito iniziato a cercarlo. Una volta all’esterno dell’abitazione, lo ha trovato in piscina quando già non c’era più nulla da fare. Sono subito accorsi anche i nonni ed è stato lanciato l’allarme al 118. Il personale sanitario non ha potuto fare nulla. I carabinieri della Compagnia di Montesilvano si stanno occupando di tutti gli accertamenti del caso, che sono ancora in corso, ma sottolineano che tutto conferma come si sia trattato di una “tragica fatalità”. Come atto dovuto, i genitori sono stati iscritto nel registro degli indagati dopo che la Procura di Pescara ha aperto un fascicolo sulla vicenda. L’ipotesi di reato è omicidio colposo. Titolare del fascicolo è la pm Rosangela Di Stefano. Disposta l’autopsia, che sarà eseguita domani dal medico legale Davide Girolami.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *