Covid in Abruzzo: 48 nuovi casi ma nessun decesso nelle ultime 24 ore

In provincia di Chieti la vaccinazione cambia corso. Spazio ai ragazzi

Sono complessivamente 74362 i casi positivi al Covid 19 registrati in Abruzzo dall’inizio dell’emergenza. Rispetto a ieri si registrano 48 nuovi casi (di età compresa tra 7 e 77 anni). I positivi con età inferiore ai 19 anni sono 10, di cui 7 residenti in provincia dell’Aquila, 1 in provincia di Chieti e 2 in provincia di Teramo. Il bilancio dei pazienti deceduti non registra nuovi casi e resta fermo a 2498. Nel numero dei casi positivi sono compresi anche 69759 dimessi/guariti +404 rispetto a ieri (totale odierno dei guariti comprende casi non precedentemente comunicati dalle Asl, relativi al periodo aprile-maggio 2021).

Gli attualmente positivi in Abruzzo (calcolati sottraendo al totale dei positivi, il numero dei dimessi/guariti e dei deceduti) sono 2105 (-356 rispetto a ieri). Dall’inizio dell’emergenza Coronavirus, sono stati eseguiti complessivamente 1140231 tamponi molecolari (+3498 rispetto a ieri) e 473064 test antigenici (+1100 rispetto a ieri).

Il tasso di positività, calcolato sulla somma tra tamponi molecolari e test antigenici del giorno, è pari a 1.0 per cento. 81 pazienti (-7 rispetto a ieri) sono ricoverati in ospedale in terapia non intensiva; 4 (-2 rispetto a ieri con 0 nuovi ingressi) in terapia intensiva, mentre gli altri 1750 (-617 rispetto a ieri) sono in isolamento domiciliare con sorveglianza attiva da parte delle Asl.

Del totale dei casi positivi, 18831 sono residenti o domiciliati in provincia dell’Aquila (+42 rispetto a ieri), 19337 in provincia di Chieti (+5), 18135 in provincia di Pescara (+12), 17314 in provincia di Teramo (invariato), 594 fuori regione (+1) e 151 (-12) per i quali sono in corso verifiche sulla provenienza.

Lo comunica l’Assessorato regionale alla Sanità.

COVID-19, LA VACCINAZIONE CAMBIA CORSO. SPAZIO AI RAGAZZI IN PROVINCIA DI CHIETI

Si avvia verso una nuova fase la campagna vaccinale in provincia di Chieti. In attesa della delibera regionale che autorizza la somministrazione delle dosi nei luoghi di lavoro, la Asl si organizza per essere pronta a cambiare strategia dedicando una particolare attenzione ai ragazzi, che rappresentano la categoria al momento più scoperta, essendo l’ultima a essere stata autorizzata.

“Abbiamo messo in sicurezza le persone dai 60 anni in su e i fragili che hanno avuto priorità assoluta in quanto più a rischio di conseguenze gravi in caso di contagio – spiega il Direttore generale della Asl Lanciano Vasto Chieti Thomas Schael – e ora ci concentriamo sui più giovani. Sono loro che hanno una spiccata socialità, sono spesso in gruppo, e vivono intensamente luoghi e occasioni di divertimento. Sono loro che hanno più necessità di essere protetti e per i quali non rappresenta un’opportunità la vaccinazione nelle aziende che prenderà il via a breve. A questa categoria penserà la Asl che invierà un’équipe sanitaria nei piccoli Comuni, specie di montagna, con l’obiettivo di immunizzare il target dai 12 anni in su”.

Un altro passaggio importante riguarda il coinvolgimento ampio dei medici di medicina generale, che avranno la possibilità di vaccinare i propri assistiti nelle strutture Asl, con il conseguente sollievo dei Centri vaccinali più grandi, che finora si sono fatti carico di numeri importanti. Il nuovo programma, quindi, mira a ridurre progressivamente la pressione sulla rete dei palazzetti, che resteranno comunque attivi ma con carichi di lavoro molto alleggeriti.

Finora nel territorio della Asl sono state effettuate 257.981 somministrazioni, di cui 178.995 prime dosi e 78.986 richiami.

Intanto prosegue la vaccinazione nei paesi al di sotto dei 500 abitanti in collaborazione con i militari del Comando operativo vertice interforze della Difesa, che sul territorio è agli ordini del Colonnello Salvatore Falvo, direttore sanitario Carabinieri Abruzzo e Molise. Sono già 5 i Comuni “Covid free”, molti dei quali nel Vastese: Pennapiedimonte, Casteguidone, San Giovanni Lipioni, Dogliola, Tufillo, a cui oggi si aggiunge Guilmi, dove al momento è in corso la vaccinazione. Domani tocca a Fraine, mentre venerdì ci si sposta nel medio Sangro e sarà la volta di Rosello, Borrello e Roio del Sangro.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *