Giornata Mondiale della Gioventù, a Lanciano veglia le diocesi abruzzesi e molisane

La fede giovane si fa comunità e cultura. E Lanciano, in occasione della Giornata Mondiale della Gioventù che si svolge in Brasile a fine mese, si trasformerà nella piccola Rio de Janeiro abruzzese. Sabato 27 luglio la città del Miracolo Eucaristico apre le sue porte a tutti i giovani delle diocesi abruzzesi e molisane che non riusciranno ad andare in Sudamerica, invitandoli a partecipare alla diretta della veglia con Papa Francesco.

Il momento di festa, condivisione, spiritualità e cultura si svolgerà nella bella e centrale piazza Plebiscito, dove sarà allestito un palco e uno schermo gigante che invierà in diretta le immagini dal Campus Fidei a Guaratiba. Nei giorni precedenti, a partire dal 24 luglio, la Pastorale giovanile di Lanciano-Ortona ha predisposto un intenso percorso di avvicinamento alla Gmg, fatto di preghiera, meditazione e condivisione rivolte ai giovani della diocesi.

L’iniziativa nasce dalla collaborazione tra la Pastorale Giovanile dell’Arcidiocesi di Lanciano-Ortona e l’associazione Culto e Cultura in Abruzzo, ideatore del fortunato Cammino dell’Apostolo Tommaso, il pellegrinaggio attraverso i luoghi di culto della nostra regione da svolgere in macchina o a piedi, che da anni sta facendo conoscere il nostro patrimonio artistico e spirituale anche fuori dall’Italia.

Sarà proprio Culto e Cultura, nel pomeriggio del 27 luglio, a preoccuparsi della diretta della veglia e della trasformazione di piazza del Plebiscito in un piccolo villaggio grazie all’allestimento di stand a cura dei comuni partner di Culto e Cultura in Abruzzo (Bucchianico, Casalbordino, Chieti, Fara San Martino, Guardiagrele, Lanciano, Manoppello, Monteodorisio, Orsogna, Ortona, Roccamontepiano, Sulmona, Villa Santa Maria, Fondazione Arte Archeologia Cultura Vastese, Unione dei Comuni della Frentania e Costa dei Trabocchi), pensati per permettere ai giovani che affluiranno di conoscere il Cammino dell’Apostolo Tommaso, e di gustare pane e pizza caldi sfornati al momento grazie al coinvolgimento dei panificatori regionali aderenti a Fiesa Confesercenti.

Il tutto in un pomeriggio che si aprirà alle 16.00 con il raduno e l’accoglienza dei giovani alla Villa delle Rose che poi raggiungeranno a piedi la chiesa di Sant’Antonio per la liturgia penitenziale e le confessioni. Alle 18.00, i giovani si recheranno nella cattedrale della Madonna del Ponte per il saluto di monsignor Emidio Cipollone, arcivescovo di Lanciano-Ortona, e per la preparazione liturgica alla santa messa per l’ordinazione presbiterale di Angelo Giordano, in programma alle 19.00. Dalle 20.30 ci sarà la condivisione della cena in piazza, mentre alle 22.00 ci sarà “Festa e musica” in attesa della diretta della Veglia di preghiera, che inizierà a mezzanotte e mezza per concludersi all’1.30.