Il Tribunale di Sulmona

Processo civile telematico, a Sulmona un master di primo livello

L’Organismo unitario dell’avvocatura, L’Università de L’Aquila ed il Polo universitario di Sulmona hanno stipulato una convenzione per tenere a Sulmona un master di primo livello su “Processo civile telematico e linguaggi giudiziari” con tirocinio presso il Tribunale di Sulmona. La convenzione sarà firmata durante il Convegno dallo stesso titolo in programma domani e dopodomani nell’Abbazia Celestiniana di Badia di Sulmona.

Il convegno precede di pochi giorni l’entrata in vigore dell’obbligatorietà del deposito telematico di molti atti e documenti del processo civile.

La scelta di Sulmona si spiega con i sorprendenti risultati ottenuti in un anno dal suo Tribunale: riduzione dell’arretrato civile del 20% (doppio rispetto alla riduzione del 10% che avrebbe dato diritto agli incentivi economici previsti dalla legge 98/2011); riduzione ad un anno della durata media dei procedimenti; depositi telematici che rappresentano la meta’ di tutti quelli dell’intero distretto nonostante un bacino di utenza di soli 70mila residenti a fronte di un’utenza distrettuale di oltre un milione e 200mila abitanti. Il tutto con scoperture del 40% dei magistrati e del 33% dei cancellieri . Dal punto di vista dell’organizzazione sono stati completamente modificati i metodi di lavoro: è stato introdotto in udienza il triplo schermo (giudice, cancelliere e avvocati), i cancellieri sono stati spostati in udienza e alle udienze e’ stato dato più spazio attraverso un cronoprogramma giornaliero cadenzato con chiamate dei procedimenti ogni 15 minuti. In questo modo la piccola dimensione è stata sfruttata per fare del Tribunale un laboratorio di sperimentazione che oggi rappresenta un’eccellenza del sistema giudiziario: conservarlo in vita (la sede accorpante è ad oltre 100 km) consentirebbe di proseguire la sperimentazione senza costi ulteriori e un concreto risparmio di spesa pubblica.

Domani mattina sono previsti, tra gli altri, gli interventi del sottosegretario all’Economia Giovanni Legnini, del presidente della Regione Abruzzo Luciano D’Alfonso, del vicepresidente della Provincia de L’Aquila Antonella Di Nino, delle senatrici Paola Pelino e Stefania Pezzopane e del sindaco di Sulmona Giuseppe Ranalli. Tra i relatori del convegno anche il presidente della Corte D’Appello dell’Aquila Stefano Schirò e il presidente del Tribunale di Sulmona Giorgio Di Benedetto.