Domenico Genovesi

Domenico Genovesi è il nuovo direttore della Radioterapia Oncologica di Chieti

Il professor Domenico Genovesi, 48 anni, è il nuovo direttore della Radioterapia Oncologica dell’Ospedale di Chieti. Succede al professor Giampiero Ausili Cèfaro, da poco in pensione. Abruzzese, laureatosi a Chieti, era già dirigente medico della Radioterapia teatina e docente presso la Facoltà di Medicina dell’Università d’Annunzio.

Genovesi ha conseguito la specializzazione all’Università Cattolica del Sacro Cuore “Policlinico Gemelli” di Roma e ha maturato esperienze presso le università statunitensi di St. Louis, Lexington e New York. Ha coordinato e diretto numerosi progetti e protocolli di ricerca multicentrici italiani e contribuito alla creazione del network di rapporti che la Radioterapia di Chieti ha con prestigiosi Centri di Radioterapia nazionali e internazionali. E’ autore di numerose pubblicazioni scientifiche e membro della Commissione scientifica dell’Associazione Italiana di Radioterapia Oncologica.

Genovesi ha voluto «ringraziare il Direttore della Asl Lanciano Vasto Chieti, Francesco Zavattaro, e il Rettore dell’Università d’Annunzio, Carmine Di Ilio, per la fiducia accordatami nel conferirmi un incarico del quale vado orgoglioso per la storia e la tradizione che la Radioterapia Oncologica di Chieti ha saputo esprimere dal 1972 a oggi. Metto a disposizione del reparto la mia passione per questa disciplina – ha proseguito il neo direttore – e il mio entusiasmo. Insieme a uno staff di alto livello formato da medici, tecnici, infermieri, fisici sanitari e dai giovani medici della nostra Scuola di specializzazione, continueremo a scrivere pagine importanti al passo con la moderna tecnologia radioterapica, ponendo sempre al centro i nostri pazienti».

Domenico Genovesi ha sottolineato che «grazie all’impegno della nostra Asl, un notevole salto di qualità è previsto già da fine ottobre, quando termineranno i lavori in corso per l’installazione del nuovo acceleratore lineare di ultima generazione, per il quale ci stiamo preparando con la necessaria formazione».