protezione-civile-abruzzo

Protezione Civile: in funzione stazione termo-pluviometrica rilocabile

E’ entrata in funzione presso la sede del Centro Funzionale d’Abruzzo della Protezione civile, in via Salaria Antica Est,  a L’Aquila, una stazione termo-pluviometrica rilocabile. L’impianto, oltre a rispondere alle caratteristiche proprie di questa speciale tipologia di stazioni e a permettere quindi di rilevare la temperatura minima e massima giornaliera e l’entità delle precipitazioni, ha il vantaggio di essere appunto temporaneamente e ciclicamente allocabile.

“Questa scelta – ha commentato l’assessore alla Protezione civile Mario Mazzocca – fa sì che gli operatori del Cfa possano posizionarla puntualmente in luoghi diversi, anche a seguito di eventi calamitosi, per meglio monitorare le condizioni meteoclimatiche di quella particolare area. La stazione opera su ponte radio sfruttando le frequenze assegnate alla rete radio regionale ed è la seconda ubicata nella città di L’Aquila (la prima è posizionata nella zona Est della città)”.

Dal Cfa fanno notare come detta strumentazione, acquistata previa gara d’appalto grazie a risorse attivate con i fondi POR FERS Abruzzo 2007-2013, ha permesso di dotare la struttura regionale di attrezzature sempre più performanti in termini di qualità e affidabilità anche sotto il profilo dell’innovazione e della sperimentazione di nuove soluzioni tecniche. Infatti, questa nuova stazione termo-igro-pluviometrica rilocabile è dotata di un innovativo pluviometro per la misura della “cumulata” e dell’intensità di pioggia e di un termo-igrometro aria. Inoltre le caratteristiche operative, già particolarmente avanzate, potranno essere in futuro integrate con altri dispositivi di controllo mediante l’inserimento di altri strumenti come albedometro, barometro, evaporimetro. Termini tecnici che descrivono una strumentazione all’avanguardia per affinare la qualità delle misurazioni meteo. In definitiva, il Centro Funzionale d’Abruzzo – sia per quanto riguarda le risorse umane che relativamente a natura e consistenza delle attrezzature – costituisce un elemento eccellente ed ineludibile del sistema integrato di Protezione civile regionale. A breve si darà corso agli ultimi e residuali adempimenti burocratici che ne permetteranno la piena e completa operatività.