Centri massaggi a L'Aquila e Avezzano chiusi per sfruttamento della prostituzione

Prostituzione in centro massaggi a L’Aquila e Avezzano: 4 arresti

Gli agenti della sezione Criminalità straniera e Prostituzione della Squadra mobile de L’Aquila, hanno arrestato 4 persone e denunciato 2 persone nell’ambito di una inchiesta che ha visto finire nel mirino due centri massaggi a L’Aquila e Avezzano. I controlli sono durati circa 8 mesi, attraverso attività tecniche di intercettazioni telefoniche ed ambientali, con telecamere nascoste posizionate all’ interno dei locali, e servizi di osservazione e pedinamento

Dietro l’apparente regolarità nei due centri si nascondeva una casa di prostituzione, creata e gestita da 2 uomini e 2 donne, tutti cinesi, ora arrestati. Gli investigatori hanno scoperto che diverse le ragazze si alternavano come massaggiatrici e prostitute nei centri, denominati Shangahi (il primo aperto e che ha dato il nome all’operazione), e Lin massage e Valentina (quello di Avezzano). Oltre ai 4 arrestati, la Squadra mobile, ha denunciato in stato di libertà altri 2 cinesi, un uomo ed una donna, titolari giuridici dei centri massaggi, ora chiusi con decreto preventivo del Gip del Tribunale de L’Aquila.