Sequestri e sanzioni della Guardia Forestale dopo serie di controlli su prodotti agroalimentari

Irregolarità di natura amministrativa cui hanno fatto seguito 16 sanzioni, per un importo complessivo di oltre 33.000 euro, 9 sequestri amministrativi di vari prodotti alimentari (carne, olio, aceto balsamico, budella per insaccati), 11 esercizi commerciali controllati: sono alcuni dei dati relativi alla campagna di accertamenti programmata dal Corpo Forestale per il 2014 nel territorio teatino.

Gli obiettivi riguardano la verifica della tracciabilità dei prodotti, la corretta etichettatura, il controllo dell’igiene dei prodotti alimentari e del cosiddetto “HACCP” (acronimo che certifica l’esistenza di procedure utili a prevenire la contaminazione alimentare) ed infine la lotta alla contraffazione. Questi sono alcuni degli aspetti dei molteplici filoni di lavoro del Corpo Forestale dello Stato nel comparto agroalimentare, le cui attività di controllo sono oggi indirizzate a garantire la trasparenza del mercato e la tutela del consumatore, attraverso la difesa della qualità degli alimenti (DOP, IGP, BIO), la lotta all’agropirateria ed alle sofisticazioni dei cibi e delle bevande, la salvaguardia delle  tipicità e l’analisi dei complessi aspetti e delle criticità che caratterizzano le filiere agro-alimentari nazionali.