Carabinieri

Atti persecutori, 63enne arrestato in flagranza di reato a Fossacesia

I carabinieri della Stazione di Fossacesia hanno tratto in arresto, in flagranza di reato di atti persecutori, un 63enne del posto. I motivi vanno ricercati nel fatto che l’uomo si è reso protagonista di reiterate minacce e violenze psicologiche, fisiche e di natura sessuale nei confronti di una coetanea, con la quale aveva intrapreso una relazione sentimentale. La vittima però, stanca di quella situazione, ha denunciato l’uomo il quale, proprio davanti la sede della Stazione Carabinieri, inveiva contro la compagna e la minacciava, situazione che veniva risolta con l’intervento dei carabinieri.

Arrestato, su disposizione del Procuratore della Repubblica presso il Tribunale di Lanciano, Francesco MENDITTO, l’uomo veniva tradotto presso la Casa Circondariale di Villa Stanazzo.