Il Tribunale di Lanciano

Coltivavano cannabis, nei guai uno coppia di Castel Frentano

I Carabinieri della Sezione di Polizia Giudiziaria della Procura di Lanciano, con la collaborazione del Comando Stazione Corpo Forestale dello Stato di Lanciano, nel corso di attività di indagine di iniziativa diretta al contrasto del fenomeno della coltivazione, produzione, traffico e detenzione illeciti di sostanze stupefacenti, hanno tratto in arresto nella flagranza del reato di coltivazione di piante di Cannabis Indica e di detenzione illegale di sostanze stupefacenti dello stesso tipo (infiorescenze essiccate), S. A., un uomo di anni 33, di Castel Frentano, e denunciato in stato di libertà, per il solo reato di coltivazione illegale di dette piante, la sua compagna convivente, P. A. di Castel Frentano, di 29.

Nel corso delle relative operazioni di Polizia Giudiziaria sono state sequestrate n.9 (nove) piante di Cannabis Indica di un’altezza media di mt.1,70, di cui n.6 (sei) rinvenute in un terreno non coltivato situato in località Selvetta del Comune di Castel Frentano, utilizzato dalla coppia per la coltivazione a cielo aperto, e n.3 (tre) all’interno della loro abitazione in Castel Frentano, dove è stato tra l’altro rinvenuta dell’attrezzatura per la coltivazione anche in ambiente chiuso (grossa lampada per l’irraggiamento artificiale, semi di Cannabis Indica, concimi).

E’ stato altresì recuperata e sottoposta a sequestro altra sostanza stupefacente – circa 60 grammi – dello stesso tipo (infiorescenze essiccate), gran parte della quale l’arrestato ha cercato di disfarsi buttandola al di fuori della propria abitazione nel corso delle operazioni di perquisizione.

Sia l’arrestato che la propria compagna convivente hanno nominato loro difensore di fiducia l’Avv. Silvio Rustignoli del Foro di Lanciano.