Le ricerche nel teramano dei due scomparsi

Nel teramano senza sosta le ricerche di Luciano Di Monte e Daniele Taddei

Ancora senza esito le ricerche, coordinate dalla prefettura di Teramo, sulla scomparsa di Luciano Di Monte, 64 anni, nato a Chieti e residente a Corropoli, e di Daniele Taddei, 28 anni, di Sant’Omero.

Il primo, pensionato, si è allontanato a piedi dalla propria abitazione la mattina del 31 luglio scorso, Taddei si è reso irreperibile nella tarda mattinata del primo agosto scorso. Su entrambi i casi è focalizzata l’attenzione della compagnia carabinieri di Alba Adriatica, che conduce le indagini e coordina sul campo le operazioni di ricerca, avvalendosi delle altre forze dell’ordine, dei vigili del fuoco e dei volontari di protezione civile.

Le ricerche sono state attivate contestualmente sull’intero territorio nazionale nonché, come per il pensionato di Corropoli, anche all’estero, dove risiedono conoscenti che già in passato avevano ospitato Di Monte.

Taddei, descritto dai familiari come persona particolarmente sensibile, si è allontanato con la propria autovettura Nissan Micra, di colore grigio, targa CW238JG. Il ragazzo – alto circa 1,80 m., di corporatura robusta e dai capelli corti di colore moro – al momento dell’allontanamento vestiva jeans di colore chiaro, scarpe da tennis “Nike” ed una maglia di colore arancio a righe blu. Il giovane disponeva solo di pochi euro ed era senza bancomat per cui si presume che non possa essersi allontanato di molti chilometri e, pertanto, le ricerche dell’autovettura continuano nell’intera provincia per individuare e restringere l’area di ricerca. Sono stati incrementati i sorvoli degli elicotteri dei vigili del fuoco e della polizia ed è stata chiesta la collaborazione di tutte le polizie locali e delle associazioni di volontariato della provincia, per perlustrare anfratti, scarpate stradali, casolari, capannoni abbandonati.