Carabinieri

Droga: operazione dei carabinieri ad Atessa e Martinsicuro

La via balcanica della droga trova conferma nell’operazione “New Drug – Scirne”, portata a termine dai carabinieri della compagnia di Atessa e della stazione di Scerni. In manette è finito un giovane pusher di San Salvo con i militari dell’Arma che hanno sequestrato un chilo e mezzo di una nuova droga sintetica assimilabile all’eroina, un quantitativo dal quale sarebbe stato possibile ricavare 460 dosi, per un valore sul mercato di circa 18mila euro. Droga destinata al mercato del centro vastese.

Al pusher di San Salvo, con precedenti specifici per reati di droga, si è risalito tramite i consumatori locali e dopo una perquisizione domiciliare disposta dal pm del tribunale di Vasto, Giancarlo Ciani. L’operazione è stata eseguita il 30 luglio scorso, con l’ausilio di unità cinofile e di un elicottero: nel corso della perquisizione sono stati sequestrati 1.200 euro ritenuti proventi dello spaccio e alcuni telefonini.

Un rom di Martinsicuro, di 35 anni, agli arresti domiciliari per spaccio di stupefacenti, nonostante la restrizione continuava a mantenere rapporti con i propri clienti, guadagnando con lo smercio della droga. L’attività non è passata inosservata e i carabinieri della compagnia di Alba Adriatica che, per questo motivo, avevano rimesso un dettagliato rapporto alla procura di Teramo. Il giudice ha, così, emesso il provvedimento di revoca degli arresti domiciliari disponendo con ordine di custodia cautelare in carcere il trasferimento della zingara nel penitenziario di Teramo.

Carabinieri

Carabinieri