SIULP: “Urgono più operatori nel commissariati dl Lanciano e Vasto”

Francesco Morganti, segretario provinciale generale del  Sindacato italiano unitario lavoratori polizia, in una nota, ha espresso grande preoccupazione  per la grave carenza di personale venutasi a creare nei Commissariati di Lanciano e Vasto.

“Carenza che mette a rischio la sicurezza dei cittadini – spiega Morganti -  e costringe gli operatori della Polizia di Stato a lavorare in condizioni di estremo disagio. I Commissariati, al confine con regioni come la Puglia e la Campania, sono il primo filtro per il contrasto a eventuali infiltrazioni della criminalità organizzata provenienti da quei territori. A tutto questo va aggiunto il carico di lavoro derivante dai servizi di ordine pubblico, polizia giudiziaria e informativa, vigilanza, prevenzione sul territorio e dalle pratiche amministrative. Servizi gestiti con 30/35 persone e un parco auto  a dir poco inadeguato e vetusto. Il risultato è che parecchie voly non si riesce a mettere su strada volanti per coprire tutti i turni giornalieri. Appare evidente che l’impegno e il sacrificio quotidiano dei poliziotti non è sufficiente a garantire la sicurezza dei cittadini di quei centri, sempre più  colpiti da episodi di micro criminalità che crea allarme sociale tra le persone. Per questo il SIULP chiederà con forza al Prefetto di Chieti e alle autorità politiche locali presenti nel Parlamento, di affrontare questo grave problema nelle sedi istituzionali ritenute opportune”.