Federico Salvatore a “Concerti di gusto” di Lanciano

Sarà lo spettacolo “Se io fossi San Gennaro” di Federico Salvatore ad allietare l’appuntamento del prossimo 17 novembre della consolidata manifestazione “Concerti di gusto”. Il cantautore e cabarettista italiano di esibirà al Teatro Fenaroli di Lanciano alle 18.30 con il suo originale racconto di fatti e misfatti quotidiani dalla sua privilegiata posizione di sensibile osservatore, con qualche vena nostalgica ma con l’energia di sempre: un acuto spirito critico ma anche un’immancabile fiducia nei sentimenti e nell’arte. Lo spettacolo presenta brani tratti dagli ultimi dieci anni di produzione dell’artista, ognuno introdotto da un monologo in cui intatto è lo straordinario “affabulatore” partenopeo. Ed ecco che l’eterna querelle tra Federico e Salvatore torna, stilizzata nella giusta contrapposizione tra brani elettrici ed acustici: una nuova sorprendente veste per un artista che oggi raggiunge la piena maturità e che nel teatro-canzone trova la sua nuova, promettente strada.

Durante la serata sarà consegnato alla Valagro S.p.a. il riconoscimento “Concerti di Gusto Top Manager”.

Giunto al terzo anno, il premio viene assegnato ogni anno ad imprenditori che, con professionalità e competenza, contribuiscono in modo fattivo e concreto allo sviluppo dell’economia abruzzese.

Il Gruppo Valagro incarna alla perfezione lo spirito e le finalità del premio perché, grazie ad una programmazione attenta e orientata al futuro, ha saputo affermarsi come una delle realtà più importanti del panorama imprenditoriale abruzzese, imponendosi anche a livello internazionale.

Dopo il live di Federico Salvatore, noto anche per le sue innumerevoli apparizioni televisive al “Maurizio Costanzo Show”, seguiranno le degustazioni di alcune delle eccellenze enogastronomiche della nostra regione, con la presenza dei vini Citra, dall’azienda agricola Savini e Di Nicola di Vicoli (Pe), dall’azienda zootecnica di Di Mascio Pierluigi di Loreto Aprutino (Pe), dall’azienda zootecnica Gran Sasso di Castel del Monte (Aq), dall’apicoltura Malandra di Casalincontrada (Ch), dall’azienda agricola Regina del Ricastro di Guastameroli (Ch) e dalla società agricola Forcella di Città Sant’Angelo (Pe).