Gianni Melilla

Melilla (SEL) chiede l’intervento del Ministri del Lavoro e dello Sviluppo Economico per la Sider di Vasto

Il deputato di Sel, Gianni Melilla, ha interrogato il Ministri del Lavoro e dello Sviluppo Economico sulla grave situazione della Sider, azienda siderurgica, di Vasto. L’intervento del parlamentare abruzzese arriva prima che i 54 dipendenti dello stabilimento, dalla prima settimana di luglio, andranno in ferie. “Il riposo di una settimana è ‘obbligato’ – mette in evidenza Melilla -. È stato concordato ieri mattina negli uffici della Provincia di Chieti da azienda e sindacati in attesa che il governo decida se rifinanziare o meno la cassa integrazione in deroga. La Cig straordinaria, infatti, scade il 30 giugno. In ogni caso la Sider spa ha avviato la procedura di mobilità per 15 lavoratori. L’azienda ha rassicurato i lavoratori garantendo che sta predisponendo un nuovo piano concordatario da presentare al tribunale di Vasto. Saranno in ogni caso determinanti le decisioni che il governo assumerà sul finanziamento degli ammortizzatori sociali in deroga anche per il secondo semestre 2014. Gli enti locali in un appello chiedono alle Istituzioni abruzzesi di attivarsi e trovare il modo per individuare soluzioni che salvaguardino il futuro produttivo e occupazionale dell’ Azienda Vastese. Sono in corso incontri tra le Parti Sociali. La situazione è drammatica. Vasto – conclude il parlamentare di Sel – rischia di perdere un altro pezzo importante del settore industriale:se entro il 7 luglio non dovessero spuntare soluzioni, 54 lavoratori si ritroveranno senza lavoro. Se non intendano intervenire immediatamente per accelerare le procedure di finanziamento della Cig straordinaria e convocare le parti sociali per trovare una soluzione e scongiurare la gravissima crisi occupazionale”.