L'aeroporto d'Abruzzo

La Regione ricapitalizza la Saga

Circa 6 milioni di euro per l’aeroporto d’Abruzzo. Ammonta a tanto la ricapitalizzazione della Saga da parte della Regione Abruzzo. E’ stato lo stesso presidente della Giunta regionale, Luciano D’Alfonso, in qualità di maggior azionista della società che gestisce lo scalo pescarese, a comunicarlo nel corso della convocazione dell’Assemblea straordinaria e ordinaria dei soci, che si è svolta nella tarda mattina di oggi e da poco conclusasi nella sede dell’aeroporto dell’Abruzzo.

“All’aeroporto crediamo e puntiamo – ha chiarito il governatore – perché ci garantisce la connettivita’ con l’Europa e con il mondo”. Purtuttavia, sulla questione della compartecipazione economica, il presidente ha chiesto che si punti “progressivamente all’approvvigionamento finanziario occorrente, attraverso la vendita dei servizi aeroportuali ai vettori che ci dobbiamo impegnare a programmare, affinché scelgano l’aeroporto dell’Abruzzo quale hub per i collegamenti dello spazio aereo da e per il Mediterraneo”.

D’Alfonso ha quindi aggiunto che l’Ente Regione è “ambiziosamente interessata a programmare con Saga interventi di riqualificazione degli spazi destinati alla vita commerciale e all’erogazione dei servizi, puntando a diventare un sito aeroportuale capace anche di elevatissima accoglienza turistica”. Una ulteriore via di potenziamento della Saga passa attraverso il “dialogo competitivo con Enac e il ministero dei Trasporti, per difendere e promuovere la potenzialità dello scalo abruzzese, nella mappa degli spostamenti aerei di intesse della nostra regione”. Infine il presidente ha chiesto che il nuovo Piano industriale sia sottoposto “ad una disamina di merito di Confindustria e delle altre espressioni produttive, come quelle turistiche, perché il Piano industriale costituisca lo strumento per prefigurare il punto di arrivo dell’autosostenibilita’ finanziaria”.