Il presidente della FAS, Di Nardo, illustra a D'Alessandro i programmi della Sangritana

Ripresa dell’Abruzzo: la Regione sale in treno

La Regione Abruzzo punta sul trasporto su ferro. Una progetto che rientra a pieno titolo nel programma più vasto che dovrebbe portare, entro il prossimo mese di gennaio, alla fusione delle aziende di trasporto e rivedere l’intero sistema della mobilità abruzzese.

C’è dunque da colmare un gap di decenni (lungo la fascia adriatica, a differenza di quanto avvenuto sul Tirreno, nei decenni passati si privilegiò più il servizio su gomma anziché quello ferovviario) e per arrivare al più presto a dei risultati concreti si farà leva sulla Sangritana, di cui la Regione è azionista di maggioranza.

Una fortuna avercela se si guarda a tante altre realtà italiane. Che va, ovviamente, sfruttata appieno. Le potenzialità ci sono, confortate anche delle performarce degli ultimi anni fatte registrare dall’azienda di Lanciano.

Così, a pochi giorni dall’incontro svoltosi con i sindacati e le aziende e in vista del nuovo appuntamento tra le parti previsto nella prossima settimana , il Sottosegretario alla Presidenza della Regione Abruzzo, Camillo D’Alessandro, che ha ha ricevuto dal presidente della Regione, D’Alfonso, la delega per mettere a punto le procedure già in atto per la costituenda società unica dei trasporti, è stato oggi a Lanciano per incontrare i vertici della FAS. Per raggiungere il presidente di Sangritana, Pasquale Di Nardo, D’Alessandro ha scelto di raggiungere il capoluogo frentano a bordo di uno dei treni passeggeri della storica azienda. Lo ha fatto come un normale viaggiatore. Poi la visita istituzionale , soffermandosi sulla programmazione e la progettualità della FAS, necessari per poter attingere finanziamenti e proseguire il cammino di sviluppo e potenziamento. Che, come accennato più sopra, ci sono. Innanzitutto a giorni ci sarà la consegna dei lavori di ripristino della tratta storica che va da Archi a Castel di Sangro (14 milioni di euro d’interventi), determinante per garantire i collegamenti con le aree interne. Inoltre, gli ottimi risultati ottenuti nel settore trasporto merci: “nell’ultimo anno è triplicato, passando da uno a tre milioni di euro. Segno positivo anche per il bilancio semestrale 2014, in linea con il trend del bilancio dell’esercizio 2013 – ha dichiarato il presidente Di Nardo.

“L’Abruzzo deve dalla mobilità, in particolare quella su ferro, per riagganciare la crescita attraverso lo sviluppo industriale e del turismo che deve tornare a produrre PIL – ha affermato D’Alessandro, che poi ha toccato un nervo sensibile, quello dei rapporti di FAS con Trenitalia, fondamentale per far crescere l’offerta di Sangritana sui mercati. “Deve essere di collaborazione. Abbiamo, però, il diritto all’ambizione, a crescere nell’ambito del trasporto su ferro sia passeggeri, sia merci. Una rivendicazione supportata da numeri e che dimostra come questa Azienda possa servire al meglio la regione macro adriatico-jonica che va dalle Marche alla Puglia. Nell’ambito del progetto di unificazione del servizio regionale dei trasporti la divisione ferro rimarrà a Lanciano. Non è una questione di campanilismo: Lanciano è vicina alla Val di Sangro e, quindi, all’area industriale che produce il PIL più importante d’Abruzzo”.

Ma non è tutto. A conferma che la Regione punta molto sul servizio ferroviario, D’Alessandro ha annunciato che è “in fase di definizione la possibilità di individuare Sangritana quale ente attuatore della presenza dell’Abruzzo all’Expò in programma a Milano per il 2015. Il cammino verso l’Expò – ha precisato il Sottosegretario – inizierà il prossimo 7 novembre proprio a Lanciano, nell’Officina storica di Sangritana, in occasione della Notte dei Ricercatori, organizzata dall’Associazione RATI, che vedrà la partecipazione del Ministro all’Agricoltura, Martina. Abbiamo pensato di raccontare l’Abruzzo attraverso un viaggio a bordo del treno. Venti milioni di visitatori sono attesi all’Expò di Milano. La nostra sfida è quella di accompagnarne gran parte alla scoperta delle bellezze del nostro  territorio. E in questo Sangritana ci sarà di grande aiuto”.